Salvatore Aprile – Lb – Regione

AprileRegionali, via enti non strumentali. Partecipazioni in un’unica holding

 

“Tra gli sprechi e le incoerenze dell’attuale assetto della Regione Lazio vanno assolutamente annoverate le 56 partecipazioni, tra dirette e indirette, in varie aziende che, a parte poche eccezioni, servono prevalentemente alla cattiva politica per garantirsi poltrone e strapuntini per amici e amici degli amici”. È quanto dichiara, in una nota, Salvatore Aprile, candidato al consiglio regionale del Lazio con la “Lista Bongiorno Presidente”.

“È assurdo- spiega Aprile- ad esempio, che la Regione abbia azioni di ben tre società autostradali e due di queste per una tratta che ad oggi esiste solo sulla carta, la Roma-Latina.”

“Per non parlare del ruolo della Regione Lazio nel Mof e all’Imof, due società per il mercato ortofrutticolo di Fondi, che oltre ad essere un duplicato di dubbia utilità, operano in un settore puramente economico e, come tale, dovrebbe essere lasciato solamente alle logiche di mercato, senza partecipazione pubblica”.

“Per questo – aggiunge Aprile – siamo fermamente convinti occorra mantenere solo le partecipazione e il controllo di poche aziende veramente strategiche, raggruppando le rimanenti in un’unica holding. Pensi alle società che sono effettivamente strategiche e funzionali all’interesse pubblico, come quelle che si occupano di manutenzione, servizi e opere pubbliche”.

“Le uniche garanzie che questi tagli saranno realizzati – conclude Aprile-  risiedono nella serietà, nella determinazione e nell’indipendenza di Giulia Bongiorno. Che da presidente porterà legalità e giustizia nella Regione Lazio”.

Potrebbero interessarti anche