Cesare San Mauro – Cd – Senato

cesare-san-mauroTasse, spesa pubblica e investimenti: ecco le bugie del Cavaliere

«Silvio Berlusconi e, di riflesso, la sua intera coalizione, continuano imperterriti a sostenere tre menzogne inaccettabili sulle condizioni economiche passate, presenti e future del nostro Paese. Menzogne smentite dai dati ufficiali del Ministero dell’Economia». Lo ha detto il candidato di Centro democratico al Senato in Lazio 1, Cesare San Mauro.

«Primo: non è vero che il governo Berlusconi non ha aumentato le tasse. Secondo: non è vero che non ha aumentato la spesa pubblica. Terzo: non è vero che non ha ridotto gli investimenti – ha aggiunto –. E’ invece vero che, nel quinquennio 2001-2006 e del successivo triennio 2008-2011, i governi Berlusconi hanno aumentato le tasse di 176 miliardi di euro (22 miliardi di media all’anno).

Secondo: dal 2000 al 2012 il totale della spesa pubblica è aumentato da 536 a 805 miliardi di euro, dei quali ben 206 miliardi riferibili alla spesa corrente relativa agli 8 anni di governo Berlusconi-Tremonti.

Terzo: dal 2008 il medesimo governo Berlusconi-Tremonti ha diminuito del 50% gli investimenti per le infrastrutture. E’ ora che quindi – ha concluso San Mauro – i responsabili della nostra situazione economica la smettano di raccontare bugie al popolo italiano ed inizino ad ammettere la verità e le loro pesanti e inevitabili responsabilità».

Potrebbero interessarti anche