Papa, allontana sottosegretario agli esteri Balestrero

Ettore_BalestreroSarà nunzio a Bogotà. Braccio destro di Bertone, era considerato uno dei più attivi kingmaker del futuro pontefice

 

ROMA – Benedetto XVI ha ‘promosso’ arcivescovo e trasferito a Bogotà, quale nunzio apostolico, l’attuale sottosegretario per i rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, monsignor Ettore Balestrero.

Nato a Genova 46 anni fa, monsignor Balestrero era considerato una sorta di “astro nascente” della diplomazia vaticana e il suo trasferimento in Colombia, a pochi giorni dalla fine del Pontificato, rappresenta un fatto piuttosto rilevante, che ha spiazzato molti dei vaticanologi impegnati in queste ore nella preparazione del conclave.

Nonostante il portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, si sforzi di sostenere che “non ha senso collegare la nomina di Balestrero in Colombia con articoli di stampa di questi giorni”, resta il fatto che il monsignore viene unanimemente considerato il braccio destro del Segretario di Stato, Tarcisio Bertone, e uno dei kingmaker del nuovo pontefice.

In particolare di Balestrero si era parlato nei giorni scorsi come coordinatore della cosidetta corrente cardinalizia dei neoconservatori che punterebbe sul capo della Congregazione per il clero, Mauro Piacenza, per il soglio di Pietro. In quest’ottica il suo “esilio” a Bogotà, mentre infuriano gli incontri segreti e le manovre strategiche per il conclave, da alcuni viene considerato un vulnus per le ambizioni del clero italiano.

Considerato vicino a Comunione e Liberazione, il nuovo arcivescovo titolare di Vittoriana (questa la sede titolare decisa per lui dal Papa) è stato nei mesi scorsi responsabile dei rapporti della Santa Sede con Moneyval, che hanno portato a un parziale riconoscimento della trasparenza dello Ior e delle finanze vaticane. Era sottosegretario dal 2009.

Anche il predecessore di Balestrero, l’italiano monsignor Piero Parolin, era stato nominato da Benedetto XVI nunzio a Bogotà nel 2009, dopo una permanenza di sette anni nel suo incarico alla Segreteria di Stato.

Oggi a prendere il posto di Balestrero, alla sezione per i rapporti con gli Stati, arriva monsignor Antoine Camilleri, consigliere di nunziatura presso la stessa sezione. Interpellato dai giornalisti, E ha fatto notare che la destinazione a una Nunziatura deve essere preventivamente accettata dal Governo interessato”.

Oltre all’avvicendamento tra Camilleri e Balestrero, oggi il Papa ha nominato anche i nuovi nunzi apostolici in Salvador (Leon Kalenga Badikebele, trasferito dal Ghana) e in Liberia (il prelato polacco Miroslav Adamczyk) e due nunzi in attesa di destinazione (lo statunitense Michael W. Banach e il camerunese Brian Udaigwe).

Potrebbero interessarti anche