Effetto Malagò, Petrucci e Pagnozzi lasciano Coni Servizi

PetrucciDopo il rinnovo dei vertici del Coni, la società di servizi non poteva che omologare la struttura al nuovo corso

ROMA – Questa mattina Giovanni Petrucci, presidente, Raffaele Pagnozzi, amministratore delegato, e Romolo Rizzoli, consigliere di amministrazione della Coni Servizi Spa, hanno rimesso il proprio mandato nelle mani del ministro dell’Economia e delle Finanze, quale rappresentante dell’azionista unico della società.

Nelle prime interviste a caldo, subito dopo la sua elezione a presidente del Coni, a chi gli chiedeva la natura dei futuri rapporti con la Coni Servizi, Giovanni Malagò si era limitato ad osservare che, essendo per molti aspetti la Servizi il braccio operativo del Comitato olimpico, non si sarebbe potuto che stabilire un rapporto strumentale tra i due organismi.

Le dimissioni odierne non sono che la logica conseguenza di quell’impostazione. Ora starà agli azionisti nominare i nuovi vertici di Coni Servizi, evitando qualsiasi anomalia. “E’ una decisione atta ad evitare al sistema salti nel buio”, hanno detto i dirigenti dimissionari riferendosi al nuovo corso del Coni.

Potrebbero interessarti anche