Campidoglio, torna in Giunta Fabrizio Ghera

Ghera_FabrizioSconfitto alle elezioni regionali, l’ex assessore rientra ai Lavori Pubblici. Le reazioni dell’opposizione

ROMA – Il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha accolto le dimissioni presentate oggi dall’assessore Massimo Milani e ha reinsediato in Giunta Fabrizio Ghera già assessore ai Lavori Pubblici e alle Periferie da inizio mandato. Lo rende noto
il Campidoglio. Ghera si era dimesso nelle scorse settimane per presentarsi con Fratelli d’Italia alle elezioni per la Regione Lazio, dove non è riuscito ad entrare.

“Ringrazio Massimo Milani per il lavoro svolto in questo mese – dice Alemanno in una nota – e per la sua disponibilità ad assumere un incarico necessario a evitare conflitti istituzionali per Fabrizio Ghera che, come assessore di Roma Capitale, non poteva essere anche candidato alla carica di consigliere alla Regione Lazio. Terminate le elezioni, Fabrizio Ghera è tornato pienamente disponibile a riprendere l’incarico come assessore”, conclude Alemanno.

“Ecco il sesto rimpasto di giunta di Alemanno che ora inaugura una nuova formula: la giunta dei trombati. L’ex assessore Ghera, appunto appena trombato e non eletto in consiglio regionale, ritrova immediatamente il suo posto in giunta dopo averlo lasciato per un mesetto al suo caposegreteria Milani, prontamente dimessosi oggi per far tornare il suo capo. Il tutto avviene con il totale assenso del sindaco che fortunatamente fra tre mesi verrà cacciato dal Campidoglio”. Lo dichiara in una nota il segretario del Pd Roma, Marco Miccoli.

Per il consigliere del Partito Democratico Capitolino, Dario Nanni, “gli assessori della giunta Alemanno sono diventati dei segna posto. L’annuncio delle dimissioni di Milani per far posto al rientrante Ghera che non è stato eletto in Regione sono uno sfregio per le istituzioni. Dopo l’ennesimo avvicendamento di assessori la compagine di Alemanno più che una giunta municipale è una raccolta di vuoti a perdere”.

Potrebbero interessarti anche