Francesco Smedile – Udc

francesco-smedileL’esperienza dei moderati avrà un ruolo rilevante per il futuro di Roma

“Abbiamo abbattuto il governo Berlusconi, siamo riusciti a cambiare un bipolarismo sbagliato e dannoso e chiedendo sacrifici al paese ne abbiamo messo in sicurezza i conti pubblici. Ma abbiamo avuto un modesto consenso dagli italiani. Impensabile che l’esperienza politica dei moderati possa interrompersi dopo solo 60 giorni, anche se ha avuto eccessi di tatticismo e grandi difficoltà di comunicazione.

Lo dichiara in una nota Francesco Smedile, consigliere Udc di Roma Capitale e presidente della Commissione Riforme Istituzionali per Roma Capitale.

Ci troviamo in un momento delicato ed i partiti con una matrice popolare, una storia ed un progetto di società non devono commettere errori fatali per il paese. Non si può fare finta che non sia accaduto niente e non si deve correre dietro né al peronismo berlusconiano, né all’avventura dei ‘demolitori’ a 5 stelle privi di un reale progetto di ricostruzione istituzionale e sociale. Nessun desiderio di acquisizione di posizioni di potere potrebbe giustificare errori del genere”.

“Nel Lazio – prosegue Smedile – presentandoci uniti al Senato, così come avremmo dovuto fare anche alla Camera, abbiamo ottenuto l’8,63% dei voti. Un buon risultato pur essendo una bocciatura rispetto alle previsioni dei sondaggi. A Roma è necessario assumere una posizione politica chiara e di prospettiva strategica che non sia frutto di prevaricanti decisioni calate dall’alto e che escludono il territorio nella fase decisionale”.

“Roma può darci un consenso più ampio – conclude Smedile – purtroppo il tentativo di marginalizzarci sia a destra che ha sinistra ha portato risultati che sono sotto gli occhi di tutti. La nostra scelta politica avrà presto un ruolo rilevante per il futuro di Roma, a meno che non ci sia la volontà di gettar via tutto”.

Potrebbero interessarti anche