11:23 | Camorra, affiliato clan Casalesi froda 64 milioni di euro

Ha frodato lo Stato per 64 milioni di euro. Un capo zona del clan dei Casalesi nato a Casal di Principe ma da oltre 30 anni residente a Cassino, e’ stato scoperto e denunciato dagli investigatori della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Frosinone e della Compagnia di Cassino.

L’uomo, 70 anni e considerato dai magistrati delle Dda di Napoli e Roma vero e proprio anello di congiunzione tra il clan dei Casalesi e l’area del Cassinate, in base alle indagini non avrebbe pagato tasse per 64 milioni di euro.

Nello specifico, dalle indagini è emerso che l’uomo, tra il 2001 ed il 2008, aveva nascosto al fisco 64 milioni di euro. Questa somma era frutto dei proventi della holding da lui diretta, operante nel settore della vendita di autoveicoli e composta da una serie di società collegate, utilizzate principalmente per porre in essere frodi fiscali e ottenere indebiti vantaggi economici derivanti dall’evasione.

Le società erano formalmente intestate a terze persone, ma di fatto gestite dall’uomo su cui si sono concentrati i sospetti delle Fiamme gialle a causa della notevole sproporzione tra quanto dichiarato ed il patrimonio a lui riconducibile.

La famiglia dell’uomo lo scorso mese di febbraio si e’ vista notificare il decreto definitivo di confisca dei beni da parte della Dda di Napoli per un importo complessivo di 60 milioni di euro.

Potrebbero interessarti anche