Paolo Gentiloni – Pd

gentiloni-paoloParole chiave del prossimo governo: ”trasparenza, open data, lotta alla corruzione e all’esclusione sociale”

 

”Abbiamo bisogno di un’alleanza molto larga e le primarie saranno un po’ il laboratorio di questo allargamento: non inseguendo tuttavia il M5S, perché penso che il Pd sceglierà con le primarie una personalità con le competenze e l’autorevolezza in grado sia di spazzare via sprechi e corruzione, ma anche di migliorare la qualità della vita dei cittadini, cercando di riguadagnare anche una prospettiva economica per il futuro, con un’alleanza civica molto ampia”. Lo afferma Paolo Gentiloni, parlamentare in corsa per le primarie Pd per il candidato sindaco di Roma.

Le parole chiave per Gentiloni sono ”trasparenza, open data, lotta alla corruzione e all’esclusione sociale” in una città che negli ultimi anni è cresciuta enormemente.

E ancora, nello specifico tra i punti chiave del programma ”mettere in condizione i comuni virtuosi, per una parte dei loro investimenti, di derogare dal patto di stabilità, contrattare con il Governo nazionale un minimo di esenzione in più sull’Imu per la prima casa” ha spiegato Gentiloni, sottolineando anche come per alcune scelte dell’amministrazione comunale di Alemanno ”Roma ha le aliquote più alte sulle seconde e terze case, ha abolito tutte le tariffe scontistiche sull’Imu che vengono applicate nelle altre città, senza contare – ha aggiunto Gentiloni – l’eredità di Storace che ci consegna un’ aliquota regionale Irpef record e un’Irap per le imprese altissima. Tutto questo ha dato vita – ha concluso Gentiloni – ad un cocktail micidiale”.

Potrebbero interessarti anche