Via alla bonifica della centrale nucleare di Latina

centrale-nucleare_LatinaParere positivo della Commissione europea al piano di bonifica. Ora serve ok conferenza servizi e Ispra

ROMA – Dopo il decreto di compatibilità ambientale VIA già incassato dal ministero dell’Ambiente, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il parere positivo della Commissione sul piano di bonifica della centrale nucleare di Latina, che si aggiunge a quello espresso nel settembre scorso per la centrale di Caorso.

Per completare l’iter autorizzativo, è ora prevista la convocazione della conferenza dei servizi per raccogliere i pareri delle istituzioni, nazionali e locali, coinvolte e dell’Autorità di sicurezza nucleare, Ispra. Al termine, il ministero dello Sviluppo Economico emetterà il decreto per questa importante prima fase dello smantellamento della centrale nucleare di Latina.

Nel 2013, le principali attività in corso e programmate nella centrale di Latina, riguardano: la progettazione del nuovo impianto di trattamento degli effluenti liquidi; la rimozione e decontaminazione degli involucri delle soffianti dell’edificio reattore; la realizzazione dell’impianto per l’estrazione e il condizionamento dei fanghi radioattivi e degli impianti tecnologici nel deposito temporaneo, lo smantellamento di parte dell’edificio controllo e di un edificio minore. Saranno, infine, avviate le attività per lo svuotamento e la decontaminazione della piscina che conteneva il combustibile irraggiato.

Finora, fra i principali lavori realizzati, Sogin ha completato lo smantellamento delle condotte del circuito primario, del pontile e dell’edificio turbine. É stata realizzata, inoltre, la nuova rete piezometrica, la nuova linea di scarico degli effluenti attivi ed è stato costruito il deposito temporaneo dei rifiuti radioattivi.

Potrebbero interessarti anche