L’Agenzia delle Dogane cambia pelle

Monopoli-stato-sliderDopo l’accorpamento con i Monopoli di Stato prende il via la riorganizzazione interna. Novità nei giochi e tabacchi

ROMA – L’Agenzia delle Dogane comincia a cambiare pelle: è in programma oggi un Comitato di gestione che potrebbe essere decisivo, durante il quale sarà approvato il decreto che stabilirà l’organizzazione della nuova Agenzia dopo l’accorpamento dei Monopoli di Stato.

Secondo quanto apprende Agipronews da fonti del ministero dell’Economia, sarà anche varato l’organigramma – che andrà a regime dal primo dicembre – relativo alle direzioni centrali della “nuova” Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato.

Novità arriveranno soprattutto dal lato giochi e tabacchi: sotto il vicedirettore generale dell’Agenzia, Luigi Magistro, che ha da qualche mese preso il testimone di Raffaele Ferrara alla guida di Aams, continuerà a lavorare Roberto Fanelli, cui sarà confermata la direzione “ad interim” dei Giochi, la poltrona strategica più importante di piazza Mastai. Allo stesso Fanelli sarebbe assegnata anche la direzione “Accertamento e riscossione”, una mossa che – in vista dell’entrata a regime dell’Agenzia – preluderebbe, secondo alcune indiscrezioni, ad un passaggio del testimone della direzione Giochi a Pietro Ferrara, attualmente capo dell’ufficio regionale Aams del Lazio.

Secondo quanto si apprende, poi, Diego Rispoli rimarrebbe a capo dell’ufficio Accise, mentre ad Antonio Tagliaferri andrebbe la direzione per il Coordinamento dei rapporti con gli uffici regionali.

Potrebbero interessarti anche