15:09 | Taxi, protesta a Fiumicino contro Ncc

I tassisti aderenti a Cgil, Cisl, Uil e Ugl hanno organizzato questa mattina all’aeroporto di Fiumicino una protesta contro gli Ncc.

Con indosso un ‘fratino’ arancione con la scritta ‘Taxi Service’, una cinquantina di tassisti, controllati da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, presidiano dalle prime ore di oggi l’area arrivi del Terminal 3 con alcuni blitz anche nella zona partenze. “Con questa manifestazione – ha detto Pietro Marinelli dell’Ugl – vogliamo dimostrare quanto ci viene tolto dai noleggiatori concessionari che lavorano qui in aeroporto”.

“Noi – ha aggiunto – tuteliamo i passeggeri che vogliono prendere i taxi e mentre stiamo vicini alle nostre auto in sosta negli appositi stalli all’esterno del lato arrivi, anche gli altri dovrebbero fare altrettanto anziché stare all’interno con lo scopo di procacciare clienti”.

I sindacati di categoria denunciano anche il malcostume, da parte di alcuni noleggiatori, di non emettere le ricevute fiscali al termine delle corse. Molti di questi proverrebbero perfino dalla Calabria o dalla Puglia e, stando a quanto riferito, prenderebbero clienti da alberghi romani per poi portarli in aeroporto.

“Chiediamo il rispetto delle regole. Tutti i giorni – ha sottolineato Marinelli – vediamo, invece, che i noleggiatori stando all’interno dell’aeroporto si portano via impunemente la crema del lavoro dei tassisti. Quest’anno abbiamo già registrato un calo di 100.000 corse. In un momento così delicato con un tasso di crisi altissimo, dobbiamo sopportare una situazione di questo tipo. Questo – ha concluso – non e’ più possibile. Se questo andazzo non cambia, saremo costretti ad organizzare un presidio permanente”.

Potrebbero interessarti anche