10:23 | Carburanti, è corsa ai ribassi dei prezzi per benzina e diesel

Ora e’ corsa ai ribassi sulla rete carburanti nazionale. Il prolungato precipitare dei prezzi in Mediterraneo (poco meno di 45 euro per mille litri per la sola benzina nelle ultime quattro giornate di mercato) ha indotto le compagnie petrolifere a mettere mano in maniera significativa ai prezzi raccomandati.

Importante in questo quadro, come di consueto, il traino dell’Eni che al calo di venerdì scorso su benzina (- 1 cent euro/litro) e Gpl (-3) ne ha aggiunto ieri un altro di pari entità sulla “verde”, di 2 sul diesel e di altrettanti sul Gpl. Ma il market leader questa volta non e’ solo perché il panorama dei ribassi e’ allargato: IP e Tamoil (- 1 cent sulla benzina); Q8 e Shell (-1 cent sulla benzina e -1 sul diesel); TotalErg e Esso (- 0,5 sulla benzina e altrettanto sul diesel). Gpl in calo pressoché generalizzato tra 0,5 e 1 cent. E’ quanto si legge in una nota di ‘Quotidiano energia’.

Prezzi praticati sul territorio naturalmente in diminuzione nelle medie e nelle punte. Queste ultime sono ora sotto 1,900 euro/litro per la benzina (1,899), a 1,784 per il diesel e 0,824 per il Gpl. Le medie nazionali dal canto loro si posizionano a 1,857 euro/litro per la “verde”, 1,757 per il diesel e 0,824 per il Gpl. Un calo che, oltre ai movimenti Eni, trova spinta nei ribassi delle no-logo che “sentono” maggiormente i forti cali del mercato (1,723 euro/litro e 1,605, per la cronaca, le medie nazionali di questi operatori), continua la nota.

La situazione più nel dettaglio (sempre in modalità ‘servito’), a livello Paese, secondo quanto risulta a ‘Qe’, vede il prezzo medio praticato della benzina che va oggi dall’ 1,820 euro/litro di Eni all’1,857 di Tamoil (no-logo giù a 1,723). Per il diesel si passa dall’1,721 euro/litro sempre di Eni all’1,757 ancora di Tamoil (no-logo a 1,605). Il gpl infine e’ tra 0,791 euro/litro di Eni e 0,824 di Tamoil (no-logo a 0,781), conclude la nota.

Potrebbero interessarti anche