Monopoli, siglato piano triennale di tagli

Monopoli-stato-sliderAccorpamento tra Dogane e Aams operativo dal 2015. Soppresse sette direzioni e tre posizioni dirigenziali

 

ROMA – Durerà tre anni il processo di razionalizzazione delle strutture necessario per l’accorpamento tra Dogane e Monopoli. L’iter – secondo quanto si apprende dal Piano di Riforma consultato in anteprima – prevede una serie di step intermedi, entro il 31 dicembre verranno soppresse 7 posizioni dirigenziali di livello generale (e di conseguenza altrettanti uffici) delle 28 attualmente esistenti; 4 degli uffici in esubero verranno taglianti già entro la fine di quest’anno.

Per quanto riguarda l’area Monopoli, il primo passaggio prevede la soppressione delle posizioni dirigenziali – di livello generale centrali – del ”responsabile per i controlli, l’audit e la sicurezza” e del ”responsabile per le attività normative, legali e contenziose”.

Sempre entro l’anno, verrà soppressa anche la direzione per l’organizzazione e la gestione delle risorse, al fine di evitare duplicazioni tra le due componenti dell’ Agenzia nella gestione dell’organizzazione, del personale e degli acquisti.

L’Area Monopoli si articolerà quindi in tre direzioni centrali: quella Gestione Tributi e Monopolio Giochi (attualmente vacante, secondo l’organigramma), quella per le Accise, e quella per il Coordinamento delle direzioni territoriali.

Il 2014 verrà utilizzato per l’attuazione dei piani di razionalizzazione e integrazione operativa e informatica. Gli adeguamenti organizzativi riguarderanno principalmente una razionalizzazione sul territorio delle strutture dirigenziali di livello non generale. In questa fase, i dirigenti di prima fascia si ridurranno a 16 (al netto delle posizioni extra dotazione organica e alla luce di ulteriori 3 pensionamenti previsti).

Entro il 31 dicembre 2015, infine, verranno tagliate le ultime 3 posizioni dirigenziali di livello generale. Tra queste, per quanto riguarda l’Area Monopoli, si prevede anche la soppressione della Direzione centrale coordinamento direzioni territoriali, le cui competenze verranno divise tra la direzione per i giochi e la direzione centrale gestione accise e monopolio tabacchi.

Per l’Area Monopoli, alla direzione centrale gestione tributi e monopolio giochi viene affidato il compito di curare l’attività provvedimentale e amministrativa per l’istituzione, la regolamentazione e lo svolgimento dei singoli giochi, l’organizzazione e l’esercizio dei giochi pubblici non affidati ai concessionari e la gestione amministrativa delle concessioni in materia di gioco.

Il Piano di Riforma prevede che la DG si articoli in una serie di uffici: Apparecchi da intrattenimento; Bingo; Enalotto (e giochi accessori); Gioco a distanza (verrà creata ex novo – attualmente tali mansioni sono affidate all’ufficio per i controlli, l’audit e la sicurezza – ma dalle cui competenze rimangono esclusi una serie di prodotti commercializzati anche online: Lotto e lotterie, Enalotto e giochi sportivi a totalizzatore); Giochi sportivi a totalizzatore; Lotto e lotterie; Scommesse (che ”cura la gestione delle attività tecnico-amministrative relative al comparto delle scommesse, diverse da quelle effettuate a distanza”, e delle altre tipologie di scommessa accessorie o complementari) che si occuperà quindi sia di giochi ippici che sportivi.

L’obiettivo del piano è unire e creare sinergie tra le due reti territoriali di Aams e Dogane, sopprimendo le entità organizzative di minori dimensioni, le cui competenze saranno assorbite da strutture più grandi. Le risorse liberate dai processi di razionalizzazione verranno reimpiegate nel potenziamento delle strutture operative.

Potrebbero interessarti anche