Umberto I, condannato l’ex rettore Guarini

Policlinico_Umberto_I_sliderNell’ambito dell’inchiesta degli stipendi d’oro. Condannato a 2 e 8 mesi. Colpevole anche l’ex direttore generale Montaguti

 

ROMA – Condannato a 2 anni e 8 mesi di reclusione l’ex rettore dell’Università La Sapienza di Roma, Renato Guarini nell’ambito dell’inchiesta sui cosiddetti stipendi d’oro al Policlinico Umberto I.

La condanna e’ stata emessa questa mattina dai giudici della quarta sezione penale del tribunale di Roma, presieduta da Laura Di Girolamo, che hanno invece assolto completamente gli altri quattro imputati: l’ex direttore amministrativo della Sapienza, Carlo Musto D’Amore; gli ex manager del Policlinico Pietro Giovanni Piccinin e Maurizio Dal Maso; e l’ex dirigente del personale Francesco De Angelis. La corte ha disposto inoltre che vada riconosciuto un risarcimento del danno alla Regione Lazio, che con l’avvocato Renato Archidiacono, si era costituita parte civile.

Nell’ambito della stessa inchiesta, l’ex direttore generale del Policlinico Umberto I, Ubaldo Montaguti, è stato anche lui riconosciuto colpevole e condannato a 2 anni e 4 mesi, ed è in attesa che venga celebrato l’appello. La vicenda si riferisce proprio all’aumento di stipendio del direttore generale Montaguti con un contratto stipulato il 15 luglio del 2005 e che prevedeva una maggiorazione di 52mila euro rispetto a quanto previsto dal decreto del Presidente del Consiglio di amministrazione numero 502/105.

I reati contestati agli imputati, a seconda delle diverse posizioni, andavano dall’abuso d’ufficio, al falso, e alla truffa. Per l’ex direttore generale dell’Umberto I era stato previsto un compenso annuo di 207mila euro anziché 154mila euro con un incremento del 30%.

Potrebbero interessarti anche