10:41 | Carburanti, effetto domino al ribasso dopo mossa Eni

Il maxi-calo attuato da Eni (- 3 cent euro/litro sulla benzina e – 2 sul diesel) ha innescato il consueto “effetto domino” sugli altri operatori. A muovere al ribasso sui prezzi raccomandati questa volta sono stati: IP e Tamoil (- 1 cent sulla “verde”), Esso (-1 cent su entrambi i prodotti) ma soprattutto Totalerg e Shell (-2 sulla benzina e – 1 sul diesel) assieme a Q8 (-1,5 su entrambi i prodotti).

Prezzi praticati di conseguenza in sensibile calo per tutti, nelle punte e nelle medie. Le prime sono a 1,868 euro/litro per la benzina, 1,761 per il diesel e 0,839 per il gpl. Le seconde si posizionano adesso a 1,827 per la “verde”, 1,737 per il gasolio e 0,808 per il gpl.

La situazione più nel dettaglio a livello Paese, secondo il monitoraggio di Quotidiano Energia, vede il prezzo medio praticato della benzina che va oggi dall’1,791 euro/litro di Eni all’1,827 di Tamoil (no-logo a 1,679). Per il diesel si passa dall’1,694 euro/litro sempre di Eni all’1,737 ancora di Tamoil (no-logo a 1,569).

Il gpl infine e’ tra 0,777 euro/litro di Eni e 0,808 di IP e Tamoil (no-logo a 0,764). Il prezzo internazionale della benzina e’ intanto sceso ieri a 530 euro per mille litri (-5), quello del diesel a 561 euro per mille litri (-6).

Potrebbero interessarti anche