Il Quirinale al totalizzatore e sui social media

Quirinale-slider-terSi parte giovedì. I bookmakers hanno già pubblicato le quote e accettano scommesse. Favoriti Prodi, Letta e D’Alema

 

 

ROMA – Da dopodomani il gioco si fa duro. Che ci sia o non ci sia stato un accordo tra i tre grandi gruppi parlamentari, i 1007 elettori saranno chiamati ad esprimere il loro candidato per il Quirinale. E come in tutte le grandi competizioni non mancano i pronostici della vigilia.

I bookmakers hanno definito le quote dei papabili e l’agenzia specializzata Agipronews accetta scommesse. Secondo l’agenzia il favorito sarebbe Romano Prodi dato a 1,65, alle spalle del Prof. a 1,85 c’é Giann Letta, mentre D’Alema vale 2 volte la posta. Dietro di loro, con quotazioni via via crescenti, i nomi più gettonati sono quelli di Franco Marini, Pietro Grasso, Stefano Rodotà e Luciano Violante. In netta risalita le chances di Emma Bonino, Anna Finocchiaro e Giuliano Amato, con le quote di quest’ultimo che nelle ultime ore insidiano il primato di Prodi.

Ma, se vogliamo, ancora più interessanti delle quote al totalizzatore potrebbero rivelarsi i dati emergenti dai social media. Sotto questo profilo il particolarmente eloquente si rivela la rubrica settimanale promossa da Key4biz “SocialPolitico” .

In base ai dati raccolti dall’8 al 15 aprile su Facebook, la leader radicale Emma Bonino ha la bellezza di 38 pagine Facebook a lei dedicate. Tra queste ce ne sono ben 20 aperte per sostenere l’ex commissaria europea nella sua corsa al Quirinale. La fanpage ufficiale della Bonino vanta 28.861 “Mi piace” e 2.639 ne parlano. Numeri che le consentono di essere la candidata più popolare su Facebook. Le pagine facebook aperte per supportare “Emma Bonino presidente” piacciono a più di 4.207 utenti di facebook.

A tallonare la Bonino per livello di popolarità è Stefano Rodotà. Sul social network è stata aperta dai suoi sostenitori una pagina a lui dedicata che registra 10.091 “Mi piace” e 186 ne parlano. Le pagine ed i gruppi di sostegno di Rodotà Presidente della Repubblica sono 17 (tra questi anche uno dei movimentisti a 5 stelle), per un totale di oltre 5.500 “mi piace”. Il terzo candidato forte su Facebook è Anna Finocchiaro con 6 pagine dedicate ed una fanpage ufficiale che produce 67.195 “Mi piace”  e 383 ne parlano.

L’ex premier Romano Prodi ha 17 pagine Facebook, alcune di sostegno altre di scherno. C’è da dire che Prodi non ha una fanpage ufficiale: la sua pagina più popolare – 5.753 “Mi piace” e  671 ne parlano – è gestito da un fan club di suoi sostenitori. A questo va aggiunto che esistono 4 pagine facebook contro la candidatura di Prodi al Quirinale e soltanto 2 di supporto.  

Il presidente del Senato Pietro Grasso ha una fanpage ufficiale con i seguenti numeri: 8.021 “Mi piace” e 1.438 ne parlano. L’ex procuratore antimafia ha una pagina dedicata alla sua candidatura al colle più alto che però registra soltanto 5 mi piace.

Gianni Letta, il candidato del centro destra, non ha una fanpage ufficiale. Su Facebook esiste però un profilo a lui dedicato con tanto di biografia estrapolata da Wikipedia che produce 1.087 like e 69 persone ne parlano. Discorso identico va fatto per Luciano Violante (343 “like” e 24 “ne parlano”), Franco Marini (211 “like” e 5 “ne parlano”) e Giuliano Amato (821 “Mi piace”  e 13 ne parlano). Neanche Massimo D’Alema ha un suo profilo Facebook ufficiale ma conta 15 gruppi facebook a lui dedicati, di cui quello più popolare vanta 9.512 “Mi piace” e 92 ne parlano.

Se su Facebook esiste almeno una traccia per ogni singolo “candidato”, su Twitter la ricerca di Key4biz “SocialPolitico si fa molto più complicata. Soltanto Emma Bonino, Anna Finocchiaro e Pietro Grasso sono presenti nell’arena del cinguettio dai 140 caratteri.

L’ex commissaria europea ha un profilo twitter con 15.544 follower e 6 following che però risulta completamente inattivo (zero tweet). Esiste però, ed è molto attivo, 140 tweet postati in soli 4 giorni, il profilo twitter del Comitato per promuovere la candidatura di Emma Bonino a Presidente della Repubblica Italiana. L’account “Bonino Presidente” è stato aperto il 7 aprile e conta già 1.275 follower. La Senatrice Pd Anna Finocchiaro è la “papabile” al colle con più seguaci su twitter: ben 41.440 follower.

Anche Grasso è presente su Twitter; il profilo del presidente del Senato registra 228 tweet, 265 following e 33.935 follower. Va segnalato che sia Romano Prodi che Massimo D’Alema sono oggetto di satira tramite due profili a loro dedicati che postano tweet ironici.

L’inchiesta di Key4biz si conclude su Google trends, lo strumento di analisi dei volumi di ricerche che hanno le parole digitate. Anche in questo caso si rileva come la più popolare sia di gran lunga Emma Bonino. Prendendo come riferimento il mese di aprile e come parametro del volume delle ricerche una scala che va da 0 a 100, i più cliccati su Google sono Emma Bonino (volume 31), Stefano Rodotà (volume 8) e Romano Prodi (volume 6).

Potrebbero interessarti anche