14:14 | Blitz a Tor Bella Monaca: sequestrati 7,5 kg droga e armi

Operazione della polizia a Tor Bella Monaca, alla periferia di Roma: sequestrati oltre 7 chili di droga, due pistole, un fucile ed una bomba a mano. Tre persone sono state arrestate.

L’operazione – spiega la questura – nasce dal costante monitoraggio condotto dagli agenti nelle varie zone della capitale. Nel corso di questi servizi di controllo, rafforzati dopo l’ attentato alla maratona di Boston, gli agenti sono venuti a conoscenza di un mini arsenale custodito a Tor Bella Monaca.

L’unico indizio per risalire al ‘custode’, un’ auto con un deflettore rotto, vista spesso passare davanti a una scuola di via dell’Archeologia. Da questo particolare hanno preso il via le indagini.

Gli agenti del commissariato Fidene – Serpentara e del reparto volanti hanno pattugliato la zona fino ad individuare l’auto. Grazie a un pedinamento sono riusciti a risalire ad un appartamento di via Amico Aspertini. Evidente il nervosismo dell’uomo e della donna che si erano a bordo dell’auto,aumentato quando i poliziotti hanno deciso di perquisire l’abitazione, dove era presente anche una terza persona.

All’interno dell’abitazione gli agenti non hanno trovato nulla, se non hanno rinvenuto un mazzo di chiavi ‘misteriose’, del cui uso i tre non hanno fornito indicazioni, negando di avere a disposizione altri locali. I poliziotti sono quindi andati nel locale cantine, hanno provato tutte le serrature e hanno così ad individuato la cantina giusta. All’interno la sorpresa: nascosti sotto suppellettili varie sono state ritrovate due pistole, un revolver ed una Beretta 92FS, un’ arma da guerra, un fucile semiautomatico, munizioni e una bomba a mano di fabbricazione russa. Non solo, gli agenti hanno scoperto oltre 7,5 kg di hashish, suddiviso in panetti, e due “rastrelliere” per confezionare velocemente la droga in capsule, facili da trasportare e vendere.

Sul posto sono intervenuti anche gli artificieri della questura, che hanno messo in sicurezza la bomba a mano. I tre sono stati identificati per U.D., romano di 35 anni, G. E., romana di 32 e L.S., 56 anni di origini palermitane, tutti abitanti in via Amico Aspertini e sono stati arrestati per detenzione di armi da guerra e di armi comuni da sparo, detenzione di droga ai fini di spaccio e di ricettazione delle armi, che, dalle prime indagini, sono risultate rubate.

Proseguono gli accertamenti per stabilire la provenienza della bomba a mano e verificare se le armi siano state usate per commettere reati.

Potrebbero interessarti anche