Premio Strega, ecco i 12 libri finalisti

Villa_GiuliaPer la prima volta si voterà online. Tra i libri selezionati non c’è quello dell’ex governatore della Sicilia Totò Cuffaro

 

 

ROMA – Questo il cronoprogramma per arrivare a proclamare al Ninfeo di Villa Giulia il vincitore del Premio Strega, il più importante concorso letterario italiano.

•    5 aprile scorso, gli “Amici della Domenica” hanno selezionato 26 libri tra tutti quelli presentati
•    Ieri, 16 aprile, il comitato direttivo del Premio, presieduto da Tullio De Mauro, ha reso noti i nomi dei 12 autori finalisti
•    12 giugno a Casa Bellonci il penultimo passaggio, cioè la scelta della cinquina che disputerà la “finale”
•    4 luglio a Villa Giulia la proclamazione del vincitore

Quella che segue dunque è la lista dei 12 libri rimasti in lizza (titolo, autore, casa editrice e presentatori): Apnea (Fandango) di Lorenzo Amurri, presentato da Clara Sereni e Sandro Veronesi; El especialista de Barcelona (Dalai editore) di Aldo Busi, presentato da Alessandro Barbero e Stefano Bartezzaghi; Romanzo irresistibile della mia vita vera (Marsilio) di Gaetano Cappelli, presentato da Gian Arturo Ferrari e Marina Valensise; Cate, io (Fazi) di Matteo Cellini, presentato da Filippo La Porta e Paola Mastrocola; Sofia si veste sempre di nero (minimum fax) di Paolo Cognetti, presentato da Diego De Silva e Lorenzo Pavolini; Mandami tanta vita (Feltrinelli) di Paolo Di Paolo, presentato da Gad Lerner e Rosetta Loy; Il cielo è dei potenti (e/o) di Alessandra Fiori, presentato da Giovanna Botteri e Paolo Sorrentino; Atti mancati (Voland) di Matteo Marchesini, presentato da Massimo Onofri e Silvia Ronchey; Le colpe dei padri (Piemme) di Alessandro Perissinotto, presentato da Gianluigi Beccaria e Eva Cantarella; Figli dello stesso padre (Longanesi) di Romana Petri, presentato da Alberto Asor Rosa e Salvatore S. Nigro; Resistere non serve a niente (Rizzoli) di Walter Siti, presentato da Alessandro Piperno e Domenico Starnone e Nessuno sa di noi (Giunti) di Simona Sparaco, presentato da Valeria Parrella e Aurelio Picca.

Non è entrato nella short list Il candore delle cornacchie (Guerini) dell’ex governatore della Sicilia Totò Cuffaro, condannato a sette anni di reclusione per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra. Fra gli esclusi anche La società segreta degli eretici (Newton Compton) di Ilaria Beltramme, L’uso della vita. 1968 (Transeuropa) di Romano Luperini e le numerose case editrici che per la prima volta si presentavano allo Strega da Bollati Boringhieri a Perdisa Pop, Miraggi, La Lepre, Reverdito ed Edizioni Anordes

Quest’anno per la prima volta, in un’area del sito del premio www.premiostrega.it, attiva dal 29 aprile, i giurati potranno votare i libri concorrenti con un sistema che sostituisce quello via fax o tramite telegramma. Alla giuria degli Amici della Domenica si aggiungono sessanta “lettori forti” (segnalati da altrettante librerie indipendenti associate all’Associazione Librai Italiani) e i gruppi di lettura coordinati da 10 Istituti Italiani di Cultura all’estero, ciascuno titolare di un voto collettivo.

“Siamo stati piacevolmente sorpresi dal gran numero e dalla qualità complessiva dei libri presentati dagli Amici della domenica – ha detto il presidente della giuria Tullio De Mauro – che riflettono i caratteri di una stagione letteraria ricca di proposte letterariamente mature. Le scelte del direttivo sono state perciò il frutto di una discussione accurata e appassionante. Ora spetta alla giuria del premio, nelle sue varie articolazioni, il compito di selezionare i finalisti prima e il vincitore poi, quest’anno avvalendosi anche dell’opportunità di votare telematicamente”.

Potrebbero interessarti anche