10:06 | Carburanti, forte calo prezzi delle no logo e della Gdo

La concorrenza viaggia forte sulla rete carburanti e appare addirittura sfrenata in modalità self. In base al monitoraggio settimanale di Check-Up Prezzi Self infatti le punte minime praticate ai distributori no logo battono di gran lunga le petrolifere ma anche la Gdo (Grande Distribuzione Organizzata) rompendo al ribasso la soglia di 1,6 euro/litro per la benzina e di 1,5 per il diesel.

Siamo in pratica agli stessi livelli degli scontoni estivi innescati dall’iniziativa dell’Eni. Competizione accesa però anche tra le petrolifere con uno ”stacco” compreso tra 1,711 e 1,735 euro/litro sulla benzina (1,603 e 1,630 per il diesel).

Intanto, a fronte di un mercato internazionale che prosegue un trend di modesta risalita, si registrano altre riduzioni anche sul ”servito” con prezzi raccomandati in calo questa volta per Tamoil e Shell (- 1 cent euro/litro per entrambi i prodotti) e TotalErg (benzina – 0,7, diesel – 1).

Prezzi praticati sul territorio dunque che scendono nelle medie (la benzina e’ ora a 1,800 euro/litro) e nelle punte. Le prime registrano per il diesel 1,712 euro/litro e per il Gpl 0,807. Le seconde invece mostrano la benzina a 1,839 euro/litro; il diesel a 1,738 e il Gpl a 0,830.

La situazione più nel dettaglio a livello Paese (sempre in modalità ”servito”), secondo quanto risulta in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per il Servizio Check-Up Prezzi QE, vede il prezzo medio praticato della benzina che va oggi dall’1,774 euro/litro di Eni all’1,801 di Tamoil e Q8 (no-logo a 1,652). Per il diesel si passa dall’1,674 euro/litro sempre di Eni all’1,712 di Q8 (no-logo a 1,541).

Il gpl infine e’ tra 0,774 euro/litro di Eni e 0,807 di IP e Tamoil (no-logo a 0,760).

Potrebbero interessarti anche