09:17 | Carburanti, dopo due mesi tornano i rincari

Dopo due mesi esatti di cali ininterrotti, oggi i prezzi dei carburanti alla pompa ricominciano a salire, pur restando, nei valori medi, al di sotto di quota 1,8 euro/litro per la benzina e di 1,7 euro/litro per il diesel.

E’ infatti immediata la risposta delle altre compagnie alla mossa domenicale di Eni, che aveva ritoccato benzina e diesel di 1,5 cent euro/litro. Salgono infatti a ruota i prezzi raccomandati di IP (+ 1,5 cent sulla benzina e 1 sul diesel), Q8 (+ 1 cent su entrambi i prodotti) e TotalErg (+ 1 cent solo sulla “verde”). L’inversione di tendenza avviene proprio quando sul mercato del Mediterraneo le quotazioni dei prodotti raffinati hanno ricominciato a scendere, dopo quasi due settimane di rialzi: infatti il prezzo internazionale della verde e’ sceso ieri a 545 euro per mille litri (-5), quello del diesel a 570 euro per mille litri (-7).

Le punte dei prezzi – secondo il monitoraggio di Staffetta Quotidiana e Quotidiano Energia – sono adesso a 1,840 euro/litro per la benzina, 1,730 per il diesel e 0,824 per il Gpl. E tornano a salire le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le diverse compagnie in modalità servito: la benzina e’ a 1,791 euro/litro (+0,5 centesimi), il diesel a 1,692 euro/litro (+0,8 centesimi). Invariato il Gpl a 0,804 euro/litro, lieve calo per il metano a 0,992 euro/kg (-0,1 centesimi).

La situazione più nel dettaglio a livello Paese (sempre in modalità “servito”) vede il prezzo medio praticato della benzina che va oggi dall’1,787 euro/litro di Eni all’1,801 di Tamoil (no-logo a 1,666). Per il diesel si passa dall’1,683 euro/litro sempre di Eni all’1,706 di IP (no-logo a 1,554). Il gpl infine e’ tra 0,772 euro/litro di Eni e 0,802 di Tamoil (no-logo a 0,758).

Potrebbero interessarti anche