I grandi fotografi di Life in mostra all’Auditorium

Life

Circa 150 fotografie della rivista americana. Dal famoso bacio a Times Square a Louis Armstrong e Steve McQueen

 

 

 Ha aperto ieri, nel nuovo spazio AuditoriumExpo dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, la mostra Life. I grandi Fotografi, una retrospettiva ragionata ed emozionante sugli autori e le immagini che hanno fatto di Life un mito e un riferimento della fotografia internazionale.

Per buona parte del XX secolo, i fotografi di Life hanno raccontato con le loro immagini ogni aspetto della vita umana. Uscita per la prima volta nel 1936 e poi con cadenza settimanale fino agli anni Settanta, la rivista fu creata da Henry Luce per cercare proprio nel fotogiornalismo, negli occhi privilegiati dei fotografi, le immagini del nuovo secolo da mostrare ai lettori.

“Vedere la vita, vedere il mondo” era il motto sul primo numero di Life e veramente, con il loro stile inconfondibile, i fotografi di questa rivista hanno impresso una svolta nella maniera di comprendere l’attualità, di vederla e di raccontarla attraverso le immagini.

Gli anni Trenta della Depressione, gli anni Quaranta, la Seconda guerra mondiale, il difficile dopoguerra, il Vietnam: Life ha raccontato il Novecento e ha indicato una maniera particolare di guardare e quindi di pensare l’attualità.

In mostra circa 150 fotografie tra le più celebri di Life. Il volume che accompagna la mostra, pubblicato da Contrasto, raccoglie i profili biografici, le immagini degli autori che, nel tempo, hanno fatto grande la rivista: 99 tra i piùgrandi fotografi della storia, da Eisenstaedt a Bourke-White, da Mydans a Parks, da W.Eugene Smith a Robert Capa fino a Morse e a McNally.

La mostra, una produzione della Fondazione Musica per Roma e della Fondazione FORMA per la Fotografia, in collaborazione con Life e Contrasto, resterà aperta fino al 4 agosto.

Potrebbero interessarti anche