09:34 | Riapre dopo quattro anni la Biblioteca Appia

La biblioteca Appia riapre dopo quattro anni e si rinnova ampliando i propri spazi e servizi: una più ampia sezione ragazzi, un patrimonio di 30.000 libri, 4000 video, postazioni Internet: 6 per la navigazione e 2 per il catalogo, BiblioWiFi, sala per le attività culturali e lettura di 50 posti, spazio proiezioni, sala lettura, spazio mostre, emeroteca con 8 quotidiani e 28 periodici, accesso disabili. 500 mq dislocati su 2 livelli  di nuovo a disposizione del pubblico.

“Un grande sforzo è stato fatto – dichiara il presidente delle Biblioteche di Roma Francesco Antonelli – la crisi economica infatti che stiamo vivendo ha imposto tagli alle spese, ma investimenti come questo, in luoghi destinati alla cultura e al libro con servizi di alta qualità possono diventare veri strumenti di riscatto per tutti.

“L’impegno preso all’inizio della mia gestione doveva essere portato a termine e con estrema attenzione sul bilancio. Posso dichiarare oggi con orgoglio di non avere solo vinto una scommessa con me stesso, ma di aver realizzato un vero miracolo.
Alla fine del mio mandato sono riuscito ad aprire 15 biblioteche, tra 4 nuove e 9 ristrutturate da cima a fondo in questi anni. Mi auguro che questo percorso possa proseguire anche nei prossimi anni, e che nuove e moderne Biblioteche continuino a diffondere il “virus” dell’amore per la lettura in tutta Roma”, conclude Antonelli.

Gli interventi di ristrutturazione hanno riguardato lavori strutturali di adeguamento statico eseguiti dalla Soc. Metro C nell’ambito della costruzione della linea metropolitana. In particolare le Biblioteche di Roma hanno riqualificato l’atrio di accesso alla Biblioteca, riqualificato e adeguato tutte le superfici (piano rialzato e piano seminterrato); realizzato tutte le opere di sicurezza, compartimentazione e prevenzione incendi normativamente previste; predisposto il condizionamento caldo freddo dell’intero piano seminterrato; allestito tutte le superfici con nuovi arredi e attrezzature; creato una sala di proiezione adeguatamente attrezzata e riqualificato l’area esterna della Biblioteca.

Potrebbero interessarti anche