Scotto Lavina e Caldarigi – Pdl

Scotto_LavinaNomadi, programma speciale per occuparli in attività utili alla città

 

“La questione nomadi a Roma è purtroppo un nodo difficile da districare. Molti campi abusivi sono stati smantellati ed i soggetti pericolosi sono stati allontanati, ma c’è ancora molto da fare”. Ad affermarlo sono Marco Scotto Lavina, candidato al Consiglio Comunale di Roma Capitale, e Giacomo Caldarigi candidato al Municipio VIII (ex XI), i quali in una nota congiunta si fanno portavoce della preoccupazione dei cittadini.

“Sempre più spesso – afferma Caldarigi – gli abitanti dell’VIII Municipio mi riferiscono di furti subiti negli appartamenti e di danni alle auto; reati che le forze dell’ordine accertano essere compiuti da nomadi. I cittadini sono stanchi e ci chiedono di intervenire”.

“I nomadi – continuano i due esponenti del Pdl – non rappresentano solo un problema sociale e di ordine pubblico, ma anche un problema di costi”. Negli ultimi anni l’Amministrazione di Roma ed il Governo centrale hanno speso decine di milioni di euro per allestire campi attrezzati, censimenti, programmi sanitari, sgomberi e integrazione.

“E’ necessario pensare alla realizzazione di un programma speciale e prevedere la possibilità di occupare i nomadi in attività utili alla città. Ciò consentirebbe – concludono Scotto Lavina e Caldarigi – all’Amministrazione di potenziare i servizi senza avere ulteriori costi, ed inoltre favorirebbe un processo di vera integrazione e responsabilizzazione”.

Potrebbero interessarti anche