Comunali, le piazze protagoniste dell’ultima sfida

Piazza_san_giovanniAlemanno al Colosseo, Marino a San Giovanni, Marchini ‘chiude’ con Venditti, De Vito sul palco a piazza del Popolo

 

 

ROMA – Saranno le piazze simbolo della capitale a ospitare venerdì pomeriggio l’ultima sfida per la corsa al Campidoglio. Per la manifestazione di chiusura il sindaco uscente, Gianni Alemanno, ha scelto il Colosseo, il candidato del centrosinistra Ignazio Marino invece salirà sul palco di piazza San Giovanni, Marcello de Vito, in campo per il Movimento Cinque Stelle, sarà a Piazza del Popolo, che per il 24 maggio si trasformerà in una piazza a cinque stelle. Parco Schuster, nel quartiere Ostiense, e’ la location scelta, invece, da Alfio Marchini che per la chiusura ha tirato fuori la carta a sorpresa, puntando sulla musica di Antonello Venditti.

In campo nella giornata di chiusura della campagna elettorale ci saranno i big della politica. Accanto a Gianni Alemanno per l’evento al Colosseo (su twitter con l’hashtag #insiemealcolosseo), in via di San Gregorio, ci sarà, infatti, il leader del Pdl Silvio Berlusconi. Sul palco dalle 16.30 si alterneranno, tra gli altri, i candidati presidenti di municipio, il leader della Destra Francesco Storace, il capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Per l’occasione Berlusconi ha registrato un audio messaggio: “Ricordati che solo con Gianni sarà garantito l’azzeramento dell’Imu sulla prima casa e sui fabbricati produttivi e finiranno anche i metodi illiberali di Equitalia. E ricordati anche venerdì prossimo, alle cinque del pomeriggio, Gianni e io ti aspettiamo al Colosseo per la grande manifestazione di chiusura della campagna elettorale. Ci vediamo lì, non fare scherzi”.

Con “Daje. Musica e parole per cambiare Roma” alle 17.30 prenderà il via da piazza San Giovanni la festa di chiusura della campagna elettorale di Ignazio Marino. Una piazza che il Movimento Cinque Stelle aveva scelto per chiudere la campagna elettorale delle politiche. Un evento, quello del Pd, all’insegna delle parole e della musica. Una festa green “abbiamo calcolato quanta anidride carbonica sarà prodotta – ha annunciato Marino – e per compensare, doneremo 30 alberi alla città”. L’apertura sarà affidata alle bande dei municipi.

Candidati_sindaco

“Un segnale – ha spiegato Marino – per far capire che vogliamo coinvolgere da subito le periferie”. Musica e parole, ma anche arte, grazie alla performance in tempo reale di un gruppo di artisti di strada che realizzerà un grande graffito dal titolo ‘Roma è vita’ che sarà donato alla città. A presentare la manifestazione sarà Dario Vergassola. Tra gli artisti presenti Stefania Sandrelli, Danilo Rea, Max Paiella, Ladri di carrozzelle, Giobbe Covatta, Velvet, Francesca Reggiani, Piotta, Grazia Di Michele.
Non sarà affiancato da un big della politica bensì della canzone il candidato sindaco Alfio Marchini nell’evento di chiusura ‘Amo Roma. Con il cuore di Roma andiamo a vincere’. A Parco Schuster dalle 18.30 suonerà il cantautore romano Antonello Venditti. Sul palco salirà anche il comico Maurizio Battista.

Dopo piazza San Giovanni il Movimento Cinque Stelle è riuscito ad accaparrarsi un’altra piazza simbolo della capitale. Per la chiusura della campagna elettorale il candidato sindaco Marcello De Vito salirà, infatti, sul palco di piazza del Popolo. De Vito potrà contare sulla partecipazione del leader M5S Beppe Grillo che arriverà nella Capitale. Un evento che, come spiegano gli organizzatori, “non lascerà rifiuti per terra e si celebrerà come sempre in un’ atmosfera di festa di pacifica democrazia”. L’appuntamento e’ per le 17. L’intervento di Grillo, atteso intorno alle 21, sarà preceduto dai candidati sindaci della provincia di Roma, presidenti di municipio e dal candidato sindaco De Vito.

Alessandro Bianchi sindaco, sarà dalle ore 18.30 a piazza Campo de’ Fiori, Sinistra Ecologia Libertà chiuderà invece la campagna dalle 17 alle 24 a piazza Damiano Sauli, mentre l’iniziativa indetta dall’associazione Casapound Italia per la chiusura della campagna elettorale, in programma dalle ore 17 alle ore 21 di domani 24 maggio in piazza Cola di Rienzo, non avrà luogo.

La coalizione Sandro Medici Sindaco (Rifondazione Comunista, partito dei Comunisti Italiani, Repubblica Romana e Partito Pirata) sarà dalle 16 alle 23 in piazza di santa Maria in Trastevere, mentre a Piazza Santa Maria Maggiore ci sarà in comizio finale della Lista Civica Militia Christi, dalle 18 alle 20.

In attesa di conoscere il nome del primo cittadino della Capitale, fioccano le scommesse sul vincitore. Secondo i quotisti della Stanleybet emerge un match a due tra il candidato del centro-sinistra Ignazio Marino, in leggero vantaggio, e il sindaco uscente Gianni Alemanno, che si piazza a un soffio dallo sfidante registrando la forte scalata. Testa a testa, quindi, tra Marino e Alemanno, che si giocano di un soffio la vittoria in una sfida quanto mai aperta anche secondo gli esperti di Stanleybet. Il candidato sindaco Marino, che ha presentato il programma “Roma e’ vita”, si attesta in leggerissimo vantaggio, quotato a 1.80. Il sindaco uscente Alemanno, con la sua proposta elettorale “Insieme per Roma”, è invece quotato a 2.00.

No match per gli altri in campo. Chance più ridotte per il candidato del Movimento 5 Stelle, Marcello De Vito, dato a 10.00. Giocabile a 15.00 l’imprenditore Alfio Marchini, che si presenta sostenuto da una lista civica indipendente favorevole all’abolizione dell’Imu e a una nuova politica occupazionale.

Da escludere sarebbe l’elezione del candidato della lista civica “Repubblica Romana”, Sandro Medici: pronostici a lui ben poco favorevoli lo quotano infatti a 50.00. Stanleybet non confida minimamente in un’affermazione dell’avvocato Alfonso Luigi Marra né di qualsiasi altro candidato: una loro eventuale vittoria verrebbe infatti pagata ben 100 volte la posta in gioco.

Novità delle comunali a Roma è la doppia preferenza di genere: oltre al candidato sindaco prescelto e alla lista (collegata o non), gli elettori potranno decidere di esprimere una o due preferenze per i candidati consiglieri comunali. In questo secondo caso, però, è obbligatorio un equilibrio di genere: i nomi espressi dovranno essere (pena l’annullamento della seconda preferenza) quelli di un uomo e di una donna.

Appuntamento quindi domenica 26 maggio e lunedì 27. Si potrà votare nelle sezioni di appartenenza domenica dalle 8 alle 22 e lunedì dalle 7 alle 15. Le operazioni di scrutinio inizieranno lunedì subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti. Se nessun candidato raggiungerà la maggioranza assoluta al primo turno gli eventuali ballottaggi sono previsti domenica 9 giugno, sempre dalle 8 alle 22, e lunedì 10 giugno, dalle 7 alle 15.

Potrebbero interessarti anche