Pubblicità ingannevole per l’acqua minerale

UlivetoL’Istituto di autodisciplina pubblicitaria sanziona le acque ‘della salute’ Uliveto e Rocchetta. Interrotti gli spot

 

ROMA – Il Comitato di controllo del Giurì dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria ha sancito che la pubblicità delle acque minerali Uliveto e Rocchetta è ingannevole. Secondo l’organismo, la frase “acque della salute” utilizzata da anni in tutti gli spot è scorretta e anche il richiamo alla prevenzione di alcune malattie è ingannevole. Dopo la pubblicazione sul sito della decisione, la società Cogedi ha interrotto le campagne in corso.

Il messaggio, apparso su diversi quotidiani risulta ingannevole perché attribuisce in modo del tutto improprio “proprietà nella prevenzione e nella cura di malattie (ad es.: osteoporosi, calcolosi urinaria)”. Anche il riferimento nel messaggio alla Federazione Italiana Medici di Famiglia risulterebbe arbitrario perché si tratta di un’associazione di natura sindacale che “attribuisce alle promesse pubblicitarie il vaglio di un riscontro scientifico inducendo il pubblico a fare affidamento su qualità curative dei prodotti che essi non possiedono”. Secondo la sentenza si tratta di indicazioni salutistiche che “non hanno trovato esplicita autorizzazione ministeriale e sono quindi anche sotto questo profilo improprie”.

Potrebbero interessarti anche