A Roma e nel Lazio è emergenza sangue

sangueLa Fondazione Roma dona all’Avis Comunale Roma una nuova autoemoteca mobile dal valore di 128mila euro

ROMA – Per le donazioni di plasma l’Italia dipende per il 60 per cento dall’estero. Riguardo ai globuli rossi, il Lazio, insieme alla Sardegna e alla Calabria, è una delle regioni italiane non autosufficienti: a Roma, nel 2012, sono state raccolte 196 mila unità di sangue grazie a 110 mila donatori, mentre la necessità per l’anno in corso è di 225 mila unità.

Sono principalmente tre i fattori che determinano oggi il maggior fabbisogno di sangue: l’allungamento della vita media, l’insorgere di patologie oncologiche trattabili chirurgicamente e l’elevato numero di trapianti. Roma, oltretutto, rappresenta un importante bacino di utenza per i malati dell’intero centro-sud d’Italia.

Per affrontare questa emergenza, la Fondazione Roma ha deciso di donare all’Avis Comunale Roma – Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS) costituita nel 1937 tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue – una nuova autoemoteca, che risponde alle recenti disposizioni legislative in materia di raccolta sangue. Per l’acquisto della struttura la Fondazione Roma – che già nel 2003 aveva sostenuto l’Avis Comunale Roma – ha versato un contributo di 128 mila euro. L’iniziativa rientra nell’ambito del settore di intervento istituzionale della «Sanità», in cui la Fondazione Roma è attiva principalmente attraverso un hospice – dedicato all’assistenza ospedaliera e domiciliare di malati con breve prospettiva di vita, di pazienti affetti da Alzheimer e SLA -, e molteplici altri interventi diretti.

Questa autoemoteca di ultima generazione verrà consegnata ufficialmente all’Avis Comunale Roma dal presidente della Fondazione Roma, Prof. Avv. Emmanuele Francesco Maria Emanuele, mercoledì prossimo, 29 maggio alle ore 16:00 in Piazza della Pilotta, antistante il palazzo della Pontificia Università Gregoriana.

Alla cerimonia parteciperanno, tra gli altri, il cardinale Giovanni Battista Re, che benedirà l’autoemoteca, il presidente dell’Avis Comunale Roma Biagio Bosco e il presidente onorario della stessa Organizzazione, Adolfo Camilli.

L’autoemoteca donata dalla Fondazione Roma è la prima nuova struttura mobile in dotazione all’Avis Comunale Roma e si aggiunge alle tre autoemoteche recentemente riorganizzate al proprio interno per rispondere alla vigente normativa di legge. Tutti i mezzi dell’Avis Comunale Roma adibiti alla raccolta di sangue saranno operativi il prossimo 14 giugno in occasione della giornata mondiale della donazione.

Potrebbero interessarti anche