Trionfa la Lazio, la Roma contestata

Tim_Cup_sliderIl derby risolto da un gol di Lulic al 72′ della ripresa. In una partita non esaltante i big delle due squadre non brillano

 

ROMA – La Lazio vince il derby, conquista la sesta Coppa Italia della sua storia, l’Europa League e la finale di Super Coppa italiana con la Juventus. La Roma chiude una stagione fallimentare, iniziata male con Zeman e finita peggio con Andreazzoli. Unica consolazione l’aver superato di un punticino i cugini in campionato, grazie ad un Napoli in vacanza e ad un Cagliari che aveva ancora voglia di impegnarsi.

L’uomo derby è Lulic che al 72′ insacca dopo un bel cross di Candreva e una smanacciata da dimenticare di Lobont. La Roma reagisce con una punizione di Totti deviata sulla traversa da Marchetti. Ma nulla di più. I giallorossi pagano la mancanza di un allenatore con la A maiuscola. Con Destro in campo e Osvaldo in panchina e con l’argentino che a fine partita manda letteralmente a quel paese il tecnico, ”reo” di averlo fatto entrare solo a un quarto d’ora dalla fine, dopo il gol del match.

Nel primo tempo, tranne i primi 10 minuti, si vede che la Lazio è meglio disposta in campo. Pressa alto, presidia le fasce, non fa ragionare e ripartire la Roma, mette una gabbia intorno a Totti, De Rossi e Bradley non impostano, così l’unico che detta il gioco tra le fila giallorosse è Castan, sì proprio il difensore brasiliano. Per fortuna della Roma e per sfortuna della Lazio Hernanes non c’è, ma neanche Totti è particolarmente ispirato.

Nel secondo tempo, la Lazio rallenta, abbassa il baricentro, non pressa più alto, la Roma può rifiatare e impostare qualcosa. Anzi, sembra che la gara si sposti sul versante giallorosso. Ma la difesa della Roma e il portiere, si sa, non sono una garanzia. Ed ecco, allora, che all’improvviso Candreva e Lulic preparano la marcatura della festa finale.

La Lazio, così, chiude trionfalmente una stagione che l’aveva vista un po’ altalenante. Molto bene nel girone di andata in campionato, benino in Euroleague, calo vistoso nel ritorno della massima divisione. La Roma non è mai decollata: qualche buona partita (Milan, Fiorentina, Inter), poi è sempre ripiombata in una mediocrità talvolta inspiegabile. Contestazione dei tifosi al ritorno della squadra a Trigoria, danneggiato il pullman giallorosso.

Notte di festa invece per la Lazio dopo la conquista della Coppa Italia nella finale giocata ieri all’Olimpico contro la Roma. I calciatori biancocelesti hanno sfilato per le strade della Capitale su un pullman scoperto, con il portiere Marchetti fra i piu’ scatenati. “Un giro nella citta’ in pullman per celebrare la vittoria”, ha scritto sul suo account Twitter il difensore Ciani, che ha anche documentato con un paio di foto la grande accoglienza riservata dai tifosi laziali ai propri beniamini. La squadra si e’ poi ritrovata a a cena, in un noto ristorante di Ponte Milvio.

Potrebbero interessarti anche