10:06 | Oggi Corpus Domini, off limits San Giovanni/Esquilino

Papa Francesco presiederà oggi per la prima volta da Pontefice la messa e la processione del Corpus Domini. Il rito inizierà alle ore 19 in piazza San Giovanni dove il Papa celebrerà sul sagrato della basilica di San Giovanni in Laterano. Al termine, Francesco guiderà la solenne processione fino alla Basilica di Santa Maria Maggiore. Quindi impartirà la solenne benedizione eucaristica dal sagrato della basilica liberiana.

“Questa celebrazione – afferma il cardinale vicario Agostino Vallini nella lettera indirizzata ai parroci della diocesi – riveste una particolare importanza in questo Anno della Fede durante il quale siamo chiamati a testimoniare anche nelle strade della nostra città la fede nella presenza reale di Gesù Cristo nel Santissimo Sacramento”. La partecipazione dei fedeli è libera, cioè tutti potranno accedere nei settori e poi seguire la processione lungo la via Merulana.

Dalle 17 verrà chiusa al traffico piazza San Giovanni, nel tratto antistante la Basilica. Dalle 18, poi, verranno chiuse al traffico i seguenti piani stradali: via Merulana (tutta), via dell’Amba Aradam (tra via dei Normanni e piazza san Giovanni), via Labicana (tra via dei Normanni e via Merulana), viale Manzoni (tra via Merulana e via Emanuele Filiberto).

Dalle 17 saranno deviate/limitate le linee di bus 16, 53, 81, 85, 87, 218, 650, 665. Dalle 18 cambieranno percorso anche le linee 3, 70, 71, 117, 360, 571, 590, 649, 673, 714 e 180.

All’evento religioso è prevista la partecipazione di circa 15 mila fedeli. Dalle 22,30 è prevista la progressiva riapertura al traffico.

Il programma della cerimonia
– ore 19 arrivo del papa presso la basilica San Giovanni in Laterano
– ore 19,10 inizio della messa
– ore 20,15 partenza della processione
– ore 21,15 arrivo della processione presso la basilica di S.M. Maggiore
– ore 22 termine della cerimonia

Per circa tre ore tutta la zona san Giovanni-via Merulana e piazza di santa Maria Maggiore sarà off limits per il traffico privato. Lo ricorda Agenzia per la mobilità.

Potrebbero interessarti anche