Violenza donne, Alfano nomina la Rauti consigliere

rautiMoglie del sindaco uscente Gianni Alemanno, è stata componente della Commissione Pari opportunità

 

ROMA – Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha nominato Isabella Rauti consigliere per le politiche di contrasto della violenza di genere e del femminicidio. “La nomina di Rauti – riferisce il Viminale – è stata individuata per l’alta professionalità e per il costante impegno nel delicato settore e conferma l’attenzione del governo verso queste gravi problematiche”.

“Ringrazio il ministro Alfano per la fiducia riposta nella mia persona. Sono molto felice di questa collaborazione – ha aggiunto Rauti – che mi consente di tornare ad operare in ambito istituzionale sulle materie di mia competenza e che rappresentano una vera emergenza sociale. L’esperienza fatti negli anni al ministero del lavoro, come consigliera nazionale di parità, e successivamente al ministero per le pari opportunità, come Capo Dipartimento, mi saranno di aiuto in questo nuovo impegno”. Una nomina, secondo Rauti, ”che dimostra la sensibilità del ministero dell’interno sul versante del contrasto alle violenze di genere”.

Isabella Rauti, 50 anni, figlia dello storico leader della destra Pino Rauti e moglie di Gianni Alemanno, è da anni impegnata nell’associazionismo sociale e femminile, presidente dell’Associazione di volontariato e cittadinanza attiva Noi X Roma e della Onlus internazionale Hands Off Women (HOW) per i diritti delle donne e contro la violenza. Dal 2010, fino al marzo 2013 (IX Legislatura), ha ricoperto la carica di consigliere regionale del Lazio e di consigliere segretario dell’ufficio di Presidenza del Consiglio.

La Rauti ha ricoperto negli anni numerosi incarichi istituzionali: componente della Commissione nazionale per la Parità e le Pari Opportunità tra uomo e donna della Presidenza del Consiglio; vicepresidente della Consulta Femminile della Regione Lazio, di cui è componente dal 1995; consigliera nazionale di parità al ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; capo dipartimento del ministero per le Pari Opportunità; consulente del ministro per le Pari Opportunità.

Sostenitrice dell’Associazione “Circoli Nuova Italia”, oggi presiede l’Associazione culturale “Nuova Europa”. E’ stata inoltre consigliere d’amministrazione della “Fondazione Nuova Italia”, di cui ha diretto il settore “Interventi sociali” e vicepresidente della Consulta Nazionale Femminile della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT). E’ socia della “Fondazione Bellisario” e componente del Comitato scientifico della “Fondazione Nilde Iotti”.

Potrebbero interessarti anche