11:44 | Acea, fare chiarezza su disservizi fatture

“I deputati di Sinistra, ecologia e libertà: Ileana Piazzoni, Filiberto Zaratti e Nazzareno Pilozzi, tramite un’interrogazione al ministro dello Sviluppo economico, domandano che venga fatta chiarezza sulla situazione di grave disagio in cui versano migliaia di cittadini del Comune di Roma a causa della modalità di gestione, da parte dell’Acea, del servizio di erogazione, contabilizzazione e fatturazione dell’energia elettrica”. E’ quanto comunica, in una nota, il gruppo di Sinistra, ecologia e libertà.

“Varie fonti riferiscono, infatti, – prosegue il comunicato – che l’azienda sta continuando da tempo ad emettere fatture sulla base dei consumi stimati e non di quelli effettivi. Questa situazione produce seri disservizi ai cittadini e disagi in termini di viabilità e ordine pubblico: nei giorni scorsi oltre 2000 persone hanno letteralmente preso d’assalto gli uffici Acea di piazzale Ostiense per chiedere spiegazioni, come riferito anche dal sindacato Filtcem Cgil. Inoltre contrasta in maniera evidente con la normativa in materia di contratto di somministrazione. Eppure la maggior parte dei contatori nel Comune di Roma, definiti di ultima generazione, sono predisposti per la lettura da remoto dei consumi effettivi del singolo utente”.

“L’Autorità dell’energia elettrica e il gas – spiega ancora la nota – ha più volte sanzionato l’operato dell’Acea con provvedimenti che però non hanno prodotto alcuna modifica della situazione. E’ tempo di fare luce su questa vicenda e di intervenire valutando anche l’opportunità di ulteriori interventi sanzionatori a carico dell’Acea, oltre che la cessazione di un comportamento gravemente lesivo dei diritti dei cittadini”.

Potrebbero interessarti anche