Letterature, finalmente il Festival

letterature_festivalDopo diversi rinvii, è partito il Festival di Massenzio. Tra gli autori Zadie Smith, Vinicio Capossela e Roberto Saviano

 

ROMA – Nell’anno del cinquantesimo anniversario dell’indimenticabile discorso “I have a dream”di Martin Luther King al Lincoln Memorial di Washington, ha preso il via ieri nella Basilica di Massenzio ai Fori, la XII edizione di Letterature, Festival internazionale di Roma che ne raccoglie l’ispirazione.

Dopo diversi rinvii (il Campidoglio lo ha fatto slittare due volte) e incertezze sulle risorse finanziarie, la relazione tra letteratura e vita, da sempre il tema del Festival, si propone quest’anno in maniera differente, invitando il pubblico ad una riflessione che trarrà spunti da esempi di vita concreti oltre che dall’ascolto di storie letterarie.

Sogni raccontati sul palco da scrittori italiani e stranieri: Vinicio Capossela, Jennifer Egan, Scott Hutchins, Serena Dandini, Concita De Gregorio, Taiye Selasi, Maram Al-Masri, Farian Sabahi, Simonetta Agnello Horby, Chiara Gamberale, Clara Usón, Eraldo Affinati, Fulvio Ervas, Teresa Ciabatti, Giancarlo Liviano D’Arcangelo, Francesco Pacifico, Giordano Tedoldi, Alicia Giménez Bartlett, Andrea Bajani, Ko Un, Marek Halter, Zadie Smith, Roberto Saviano. 

È stato chiesto gli scrittori di raccontare un sogno di umanità e di civiltà e per questo la lettura dei testi inediti degli scrittori invitati nelle dieci serate sarà preceduta dal racconto di storie italiane, esperienze, consolidate o di startup, soprattutto di giovani perché i giovani vivono un tempo in cui il sogno e la sua realizzazione non sono troppo distanti e la memoria e la vita sono più vicine, il tutto affiancato da musica live, video e fotografiche.

Dopo l’inaugurazione, ieri sera, che ha visto sul palco il fotografo di origine siciliana Ferdinando Scianna, Edward St Aubyn e Vinicio Capossela, oggi, invece, sarà la volta di “Segnali dall’era digitale”. Protagonista, Augusto Coppola, che racconterà l’esperienza di InnovactionLab, una delle prime associazioni no-profit nel campo della formazione imprenditoriale per i giovani, di cui è fondatore. Assieme a lui, GamePix, start up rivolta al mondo dei videogame, ideata da quattro giovanissimi ospitata dall’acceleratore Luiss Enlabs. Agli stessi temi si ispirano i testi letterari inediti di Emanuele Trevi, Jennifer Egan e Scott Hutchins. Musica mixtape e break dance con i De Klan.

Come sempre l’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti.

IL PROGRAMMA:  Programma_Festival_Letterature.pdf

Potrebbero interessarti anche