10:52 | Frosinone, sequestrati 5 centri scommesse abusivi

La Guardia di Finanza di Frosinone ha sequestrato 5 centri di scommesse abusivi operanti nel capoluogo ciociaro.

L’operazione denominata ‘Alea’ e’ nata a seguito di numerose telefonate al numero di pubblica utilità ”117”, da parte di cittadini preoccupati della diffusione di forme di gioco o scommesse illegali. Le indagini si sono così concentrate sulla verifica della posizione di locali, ampiamente pubblicizzati, ma facenti capo a bookmakers esteri non autorizzati ad operare sul territorio italiano, poiche’ sprovvisti delle autorizzazioni dell’ Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato e del Questore di Frosinone.

I centri controllati effettuavano tutte le operazioni connesse alla raccolta delle scommesse sportive, compreso il pagamento della vincita in denaro, ed esercitavano una vera e propria attività di intermediazione nel booking delle scommesse che venivano poi convogliate verso allibratori esteri i quali le gestivano dalla propria sede europea. Gli avventori venivano attirati da scommesse apparentemente più redditizie di quelle proposte dai centri autorizzati. Sono stati pertanto sequestrati i 5 centri scommesse e tutte le attrezzature utilizzate per l’ esercizio dell’attivit non autorizzata.

I responsabili dei centri raccolta scommesse non autorizzati – tutti di Frosinone – sono stati denunciati alla locale Autorità giudiziaria per i reati di organizzazione ed esercizio abusivo di pubbliche scommesse sportive, esercizio del gioco d’azzardo ed inosservanza del provvedimento disposto dall’Autorità di P.S.. Dalle indagine e’ infatti emerso che il Questore di Frosinone, con appositi provvedimenti, aveva precedentemente disposto l’immediata chiusura degli esercizi in argomento.

Sono ora in corso gli accertamenti finalizzati all’applicazione della normativa fiscale sulle scommesse accertate.

Potrebbero interessarti anche