12:32 | Agricoltura, Usb: “al Cra rischio 700 posti, domani presidio Mipaaf”

“Stabilizzazioni dei precari storici? Non sembrano dietro l’angolo, anzi. Al Consiglio di ricerca per agricoltura (Cra) se non interviene subito il Ministro De Girolamo sono a rischio circa 700 licenziamenti entro il 2013. Le prime scadenze sono già a luglio, e per questo domani, 3 luglio, Usb sarà in presidio al ministero per le Politiche agricole alimentari e nutrizionali (Mipaaf)”. Lo comunica, in una nota, l’Usb.

“Il Cra ha appena affrontato la fusione con l’ex Istituto nazionale di ricerca per l’alimentazione e la nutrizione (Inran). La ‘fusione’ senza risorse ha lasciato l’ente con un forte disavanzo e i primi a pagare saranno i precari della sede di Roma. Otto ricercatori e tecnici ultra-specializzati e stabilizzandi, secondo la legge finanziaria 2006 rischiano di essere licenziati, ma a seguire ci sono altri 62 cococo che vedranno sospesi i loro contratti, in assenza di un investimento del Ministero. La crisi occupazionale potrebbe estendersi, entro fine anno, a circa 700 precari in tutta Italia, di cui 400 ‘storici’ “.

“Domani mattina saremo davanti al Mipaaf in via XX settembre a Roma – dichiara Claudio Argentini dell’Usb PI Ricerca – e ci aspettiamo che il Ministro De Girolamo ed il suo staff ricevano una delegazione di lavoratori Usb. Il Ministro non può assumersi la responsabilità di far licenziare centinaia di precari in tutta Italia, a cominciare dai 70 dell’ex Inran. I licenziamenti hanno origine in un buco finanziario creato dalla passata gestione dell’ente, ma le responsabilità dell’ex Ministro Catania e del governo Monti sono chiare. Il passato governo ha fuso Enti di Ricerca e dotazioni organiche senza controllare se c’erano i finanziamenti. Ora il Cra ha un buco sui finanziamenti ordinari di circa 11 milioni di euro e gli unici ‘contratti’ che si possono tagliare sono quelli precari.

Il nuovo Ministro, meno di 20 giorni fa ha saputo risolvere brillantemente un’altra emergenza, quella dei precari Inea (Istituto Nazionale dell’Economia Agraria), favorendo il rinnovo a circa 90 lavoratori a tempo determinato per 18 mesi. Gli chiediamo una iniziativa analoga per l’immediato e un impegno concreto ed economico per stabilizzare i fondi ordinari di Cra ed Inea, anche aprendo un tavolo per la stabilizzazione dei precari storici, sulla scia delle iniziative annunciate dalla Funzione pubblica. Per Usb PI la stagione delle stabilizzazioni e del rilancio degli enti è iniziata. In piazza”.

Potrebbero interessarti anche