12:06 | ‘Ndrangheta, confiscati beni per 20 milioni di euro

Una villa di 29 stanze e un noto bar in una delle piazze più centrali della Capitale. Anche questi tra i beni confiscati dagli agenti della Direzione investigativa antimafia (Dia) di Roma – in esecuzione di un decreto emesso dalla Corte di appello di Roma – a D.N., per un patrimonio del valore di circa 20 milioni di euro.

Alcuni dei personaggi intestatari dei beni – spiega una nota – erano stati legati alla ‘ndrina dei ”Gallico” di Palmi (RC), per anni protagonista di una sanguinosa faida insorta con la famiglia dei ”Condello”. Tra i beni confiscati vi sono 18 società, tra le quali un centro estetico e numerose società di intermediazione finanziaria, una lussuosa villa di 29 stanze con piscina a Formello (Rm), nonche’ 70 rapporti bancari.

Il provvedimento di confisca ha riguardato anche il noto bar ”l’Antico Caffe’ Chigi”, ubicato nell’omonima centralissima piazza di Roma: oggi l’esercizio commerciale e’ stato acquisito da una nuova società sottraendolo così al mondo dell’illecito. Holding del gruppo era la società ”Adonis”, con varie sedi a Roma – tra il lussuoso quartiere Coppede’ e i Parioli – che aveva il compito di acquisire immobili e quote societarie per svariati milioni di euro.

Le indagini hanno svelato un particolare meccanismo societario, denominato ”trust”, che garantisce, oltre a vantaggi fiscali in ambito Ue, il trasferimento della proprietà, consentendo ”l’anonimato” e rendendo così estremamente difficoltoso individuarne l’effettiva titolarità.

Potrebbero interessarti anche