10:05 | Carburanti, raffica di rialzi per effetti crisi egiziana

L’ ”effetto Egitto” non smorza le ripercussioni sui mercati internazionali e di riflesso sulla rete carburanti nazionale. I primi sono saliti ancora, soprattutto sulla benzina; la seconda, in scia alla decisione dell’Eni, registra una raffica di rincari dei prezzi raccomandati. Vediamoli in rapida rassegna: IP, TotalErg, Shell, Q8 tutti con +1 cent euro/litro su benzina e diesel, mentre Esso si limita a +0,5 cent sempre su entrambi i prodotti.

Prezzi praticati sul territorio in salita, nella naturale progressione a valle degli aumenti dei prezzi raccomandati. Medie nazionali della benzina e del diesel rispettivamente a 1,824 e 1,724 euro/litro (Gpl a 0,775). Le ”punte” adesso sono tornate oltre la soglia di 1,860 euro/litro per la ”verde”, a 1,743 per il diesel e 0,819 per il Gpl. Più care anche le no-logo.

La situazione più nel dettaglio a livello Paese (sempre in modalità ”servito”), secondo quanto risulta in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per il Servizio Check-Up Prezzi QE, vede il prezzo medio praticato della benzina che va oggi dall’1,808 euro/litro di Eni all’1,824 di Tamoil (no-logo a 1,705). Per il diesel si passa dall’1,710 euro/litro sempre di Eni all’1,724 di IP (no-logo a 1,590). Il gpl infine e’ tra 0,762 euro/litro di Shell e 0,775 di Tamoil (no-logo a 0,724).

Intanto, nel giorno del consueto monitoraggio sul Self, si nota come la competizione in questo mercato attenui e non poco i rincari sul ”servito”, a beneficio generale. Salgono infatti i valori rispetto alla scorsa settimana, considerati gli aumenti delle quotazioni e le ripercussioni su listini e livelli di sconti, ma la concorrenza e’ assai accesa, soprattutto nelle aree del Nord dove Gdo e no-logo, anche in occasione di nuove aperture, continuano a praticare prezzi estremamente interessanti, facendo leva probabilmente su acquisti e scorte non ancora intaccati dai recenti rincari.

Tornando al ”servito”, ricordiamo che per visionare i valori minimi e massimi dei prezzi medi nazionali (”serviti”), lo spaccato della situazione nelle 4 macro-aree del Paese e utilizzare la funzione dei grafici interattivi per confronti e analisi personalizzate (temporale, macro-zone e compagnie), occorre accedere a Check-Up Prezzi QE.

Potrebbero interessarti anche