11:35 | Sospeso da questa mattina lo sciopero dei benzinai

I gestori sospendono lo sciopero degli impianti autostradali di carburanti. Le aree di servizio autostradali hanno quindi ripreso il loro regolare servizio di distribuzione dei carburanti a cominciare dalle ore 6.00 di questa mattina.

Alla base della decisione, “il forte ruolo di moral suasion nei confronti del Governo e la riapertura del negoziato imposto ai petrolieri e ai concessionari presso l’Autorità per supplire all’inerzia e all’indifferenza del Ministero”.

Si tratta di elementi “scritti, a chiare lettere, nel documento formale reso pubblico dalla Commissione di Garanzia sullo sciopero, al termine del lungo incontro con compagnie petrolifere e concessionari autostradali – che le Organizzazioni di categoria dei gestori riconoscono contenere uno straordinario valore politico”.

La Commissione, spiegano i gestori, “si fa carico, quindi, di certificare la correttezza e la fondatezza della denuncia avanzata dalla Categoria, oltreché lo stato di vera e propria emergenza del settore, costringendo compagnie petrolifere e concessionari a spostare direttamente presso l’Autorità la trattativa decisiva”.

Si tratta, si legge in una nota congiunta di Faib, Fegica e Anisa, di “una iniziativa assolutamente inedita e coraggiosa che intendiamo valorizzare nel modo più inequivocabile e tangibile. Certi che la medesima Commissione sappia fare adeguato tesoro dell’apertura di credito che la Categoria le dimostra in un momento tanto drammatico per la sua attivita’ e per le migliaia di posti di lavoro in gioco”.

I gestori, per loro conto, chiedono che “gli impegni dichiarati siano questa volta convertiti immediatamente in fatti concreti sia sul piano economico che su quello contrattuale, a cominciare dal subitaneo ritiro delle lettere di disdetta dei contratti inviate in questi giorni dalla compagnie ai gestori. Pronti ad inasprire, fin dalle prossime settimane estive, i termini di una vertenza vitale, nel caso in cui ciò non dovesse accadere”.

Alla luce di queste considerazioni, Faib, Fegica e Anisa “decidono di rispondere positivamente all’invito formalmente rivolto loro dal Presidente Alesse, sospendendo la seconda giornata di sciopero già proclamata, e chiedono alla Commissione di convocare tutte le parti in causa fin dalla prossima settimana”.

Potrebbero interessarti anche