Bergoglio crea una Commissione sulle finanze

Papa_Francesco_slider_bisSotto la lente degli 8 commissari la struttura economico-amministrativa della Santa Sede

 

 

ROMA – Papa Francesco, con chirografo, redatto ieri, ha istituito una Pontificia Commissione referente sull’Organizzazione della struttura economico-amministrativa della Santa Sede. Lo ha annunciato il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi.

La Commissione raccoglie informazioni, riferisce al papa e coopera con il Consiglio dei Cardinali per lo studio dei problemi organizzativi ed economici della Santa Sede, al fine di preparare riforme nelle istituzioni della Santa Sede, finalizzate ”ad una semplificazione e razionalizzazione degli Organismi esistenti e ad una più attenta programmazione delle attività economiche di tutte le Amministrazioni vaticane”. Ciò, come esplicitato nel Chirografo del pontefice, ”offrendo il supporto tecnico della consulenza specialistica ed elaborando soluzioni strategiche di miglioramento, atte ad evitare dispendi di risorse economiche, a favorire la trasparenza nei processi di acquisizione di beni e servizi, a perfezionare l’amministrazione del patrimonio mobiliare e immobiliare, ad operare con sempre maggiore prudenza in ambito finanziario, ad assicurare una corretta applicazione dei principi contabili ed a garantire assistenza sanitaria e previdenza sociale a tutti gli aventi diritto”. La Commissione può collaborare, a richiesta, con il gruppo di lavoro di otto Cardinali per lo studio di un progetto di riforma della Costituzione Apostolica ‘Pastor Bonus’ sulla Curia Romana.

Sono 8 i membri della Commissione referente sull’Organizzazione della struttura economico-amministrativa della Santa Sede. I membri, ha spiegato il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, sono laici, esperti di ”materie giuridiche, economiche, finanziarie e organizzative”, già illustri consulenti o revisori di istituzioni economiche vaticane od ecclesiastiche. Unico ecclesiastico è il segretario.

Ecco chi sono gli otto membri: il presidente è un maltese, Joseph Zahra, ha avuto funzioni di revisore internazionale; il segretario della commissione è monsignor Lucio Angel Ballejo Balda, segretario della Prefettura degli affari economici. Nella commissione anche il francese Jean Baptiste de Fransso, ha avuto funzioni dirigenziali ed è stato ex vicepresidente del Fondo europeo. Dalla Spagna Enrique Llano che ha ricoperto incarichi in campo sanitario.

Dalla Germania Jochen Messemer, è stato membro di un gruppo assicurativo tedesco. Nella commissione referente anche una donna nata da padre egiziano ma italiana: si tratta di Francesca Immacolata Chaouqui, un’esperta in comunicazione aziendale. Aiuterà la commissione anche il manager francese Jean Videlain-Sevestre. Da Singapore Jeorge Yeo è stato il ministro degli Esteri.

La Commissione si occuperà anche di tutte le Amministrazioni vaticane un ”campo”, ha aggiunto padre Lombardi, ”estremamente ampio poiché comprende anche il Governatorato, l’Apsa e altre amministrazioni che posseggono dei beni. E’ uno sguardo d’insieme di tutte queste istituzioni che hanno già attualmente una revisione e un controllo da parte della Prefettura per gli Affari Economici. Si vuole aiutare un approfondimento sui loro criteri e metodi di lavoro, anche in vista di una semplificazione e razionalizzazione”.

Una “novità assoluta”, che non esautorerà il Consiglio dei 15 cardinali che si occupano dei problemi organizzativi ed economici della Santa Sede ma che avrà funzioni di integrazione. La Commissione coopera infatti con il Consiglio: ”Questo è un punto importante – ha aggiunto padre Lombardi – perché non viene sostituito il Consiglio dei 15 cardinali che rimane. Il papa nei giorni scorsi ha confermato, infatti, il loro lavoro. Questa Commissione di tecnici – ha sottolineato padre Lombardi – può cooperare e integrare il lavoro dei 15 cardinali. Sono considerati dei specialisti che possono dare dei pareri tecnici competenti”.

La Commissione inizierà i suoi lavori ”al più presto. Una prima riunione è prevista poco dopo il ritorno di papa Francesco dal Brasile” impegnato a Rio de Janeiro con la Gmg.

Potrebbero interessarti anche