La letteratura di viaggio in mostra al Celio

villa_celimontanaDal 26 al 29 settembre a Villa Celimontana. Il viaggio attraverso tutte le possibili forme di narrazione.

Si terrà da giovedì a domenica il Festival della Letteratura di Viaggio, l’iniziativa della Società Geografica Italiana e di Federculture ospitata nei Giardini e nel Palazzetto Mattei di Villa Celimontana al Celio.

Appendici espositive saranno a Palazzo delle Esposizioni, a Palazzo Braschi e nelle sale dell’Ambasciata del Brasile in piazza Navona.Le mostre, gli appuntamenti e gli incontri con autori, viaggiatori e narratori (tra gli altri, Paolo Rumiz, Francesco Cataluccio, Remo Bodei, Franco La Cecla, Federico Rampini, Sandro Veronesi, Raffaele La Capria, Salvatore Settis, Alberto Asor Rosa, Folco Quilici, Lidia Ravera, Syusy Blady, Giuseppe Cederna, Davide Rondoni, Paola Caridi, Riccardo De Gennaro) raccontano il mondo e il viaggio attraverso tutte le possibili forme di narrazione, dalla letteratura vera e propria alla geografia, dalla fotografia al giornalismo, dalla musica al fumetto. A condurre gli incontri anche quest’anno sarà la giornalista Giovanna Zucconi.

Paesi ospiti d’onore di questa VI edizione sono il Brasile e gli Stati Uniti. Due gli appuntamenti che anticipano il Festival: domani in Campidoglio, la II° edizione del Premio Ryszard Kapuściński per il reportage, realizzato con la famiglia Kapuściński, Feltrinelli Editore e l’Istituto Polacco di Roma. Il 25 settembre serata speciale all’Ambasciata del Brasile, con l’inaugurazione della mostra Brasile, antiche e nuove esplorazioni, foto d’epoca di Ermanno Stradelli, esploratore dell’Amazzonia alla fine dell’800 (materiali originali degli archivi della Società Geografica Italiana) e la proiezione delle foto contemporanee di Franco Lubrani e di sei filmati etnografici brasiliani.

Ancora una mostra inaugura il 26 al Palazzo delle Esposizioni: Go West! La frontiera, il viaggio, l’immaginario con le immagini d’epoca di Timothy O’Sullivan sulla spedizione di George M. Wheeler in Colorado, Nevada, Arizona, New Mexico, Utah, California del 1871-1874; le immagini in bianco e nero provengono dagli archivi della Società Geografica Italiana e sono affiancate al reportage fotografico di Antonio Politano coast to coast attraverso gli Stati Uniti di oggi e alle tavole di Tex Willer, l’eroe del fumetto creato nel dopoguerra da Gian Luigi Bonelli.

Come nelle precedenti edizioni, giornalisti e photoeditor di importanti testate italiane animano il Laboratorio di scrittura e fotografia in viaggio, mentre dal 27 al 29, nel Portico di Palazzetto Mattei, sono allestiti uno Spazio Libri e un Caffè Letterario, dove incontrare ospiti e protagonisti degli appuntamenti, sfogliare libri, riviste, materiali a tema.La chiusura della manifestazione, domenica 29 – dopo la consegna del Premio La Navicella d’Oro al Maestro Ennio Morricone – è affidata a Vinicio Capossela e al suo reading musicale Tefteri, il libro dei conti in sospeso.La direzione artistica del Festival è di Stefano Malatesta, direttore scientifico, e di Antonio Politano, curatore del programma. L’immagine grafica di questa VI edizione – Disegno del Mondo – è stata donata dal fumettista bolognese Vittorio Giardino, protagonista dell’edizione 2009.

Potrebbero interessarti anche