Grillo occupa la Rai

Beppe_Grillo_sliderIl leader del Movimento 5 Stelle con una decina di militanti nella sede della tv pubblica.

Assalto alla Rai di Beppe Grillo e Roberto Fico. Insieme ai militanti grillini, il leader del Movimento 5 stelle e il presidente della Commissione di vigilanza sulla tv pubblica sono entrati nell’ufficio del direttore generale Luigi Gubitosi urlando e chiedendo le sue dimissioni, gettando per terra tutti i dossier che erano sulla sua scrivania.

Non è chiaro come la “delegazione” sia riuscita a entrare nella direzione della tv di Stato. Sotto choc gli assistenti di Gubitosi.

«Fuori la politica e le lobby dalla RAI». Con questo slogan Grillo aveva annunciato sul suo sito la manifestazione contro la tv pubblica. Nel posto prosegue: «La RAI ha 579 dirigenti, uno ogni 18 dipendenti, e 1.373 giornalisti. La RAI spende all’esterno 1,6 miliardi, il 60% dei suoi ricavi, per format e servizi che potrebbe sviluppare al suo interno valorizzando i suoi 10.476 dipendenti. La RAI ha perso nel 2012 245,7 milioni di euro a causa di una gestione che favorisce nomine politiche e appalti agli amici».

Il Movimento 5 Stelle chiede quindi che: «Sia reso noto l’elenco dei fornitori della RAI. Siano valorizzate le competenze e le professionalità interne. Venga immediatamente sciolto il consiglio di amministrazione responsabile della perdita costante di valore della RAI e fatti decadere la presidentessa Tarantola e l’amministratore delegato Gubitosi. Sia avviato un dibattito parlamentare per eliminare ogni ingerenza politica. Sia predisposto un piano di rilancio in ottica multimediale e con respiro internazionale».

Potrebbero interessarti anche