Il Consiglio regionale sui lavoratori ex Alitalia

alitalia-hostess-SLIDERIl rischio di disoccupazione  alla scadenza degli ammortizzatori sociali.

Per la prima volta presso il Consiglio Regionale del Lazio è stata approvata all’unanimità una mozione sulla problematica sociale dei lavoratori ex-Alitalia e del comparto aeroportuale laziale. Unanimità molto importante per i lavoratori di un settore fondamentale dell’economia regionale e nazionale, i cui lavoratori rischiano di rimanere fuori dal mercato del lavoro alla scadenza degli ammortizzatori sociali.

La maggioranza di questi lavoratori “non occupati” entro dicembre 2015 infatti, non maturerà i requisiti per poter accedere alle prestazioni previdenziali restando di conseguenza senza alcun reddito e occupazione . E’ proprio per questo che il Consiglio regionale del Lazio si è mobilitato per assumere ogni iniziativa idonea di mediazione e di collaborazione con i Ministeri competenti, le parti sociali e l’Inps al fine di riassorbire nel ciclo produttivo questi lavoratori.

E’ intervenuto in Consiglio a favore della proposta il Consigliere Capogruppo Michele Baldi, riaffermando la centralità del problema dei lavoratori, in particolare quelli di Alitalia Lai in mobilità, che “potrebbero essere riutilizzati anche dalla Pubblica Amministrazione senza dover aspettare passivamente che finisca il loro periodo di mobilità.”

La situazione dei lavoratori è stata definita da Baldi “antieconomica sia per il tessuto produttivo della Regione che per i lavoratori, i quali avrebbero diritto di essere riqualificati e ricollocati.” A conclusione del suo intervento, il capogruppo, che ha partecipato alle manifestazioni e alle iniziative dei lavoratori in mobilità, ha dichiarato che “è assolutamente necessario evitare i licenziamenti per non alimentare ulteriormente la disoccupazione nel paese.”

Potrebbero interessarti anche