VIII edizione del Festival del film di Roma

Festival_cinema_sliderAll’Auditorium Parco della Musica dall’8 al 17 novembre. 18 film in concorso e 20 fuori concorso

 

ROMA – L’ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma si svolgerà dall’8 al 17 novembre 2013 all’Auditorium Parco della Musica. Tutte le sale dell’Auditorium, per un totale di oltre quattromila posti a sedere, saranno a disposizione del Festival. Per dieci giorni, dunque, la struttura firmata da Renzo Piano sarà il punto di riferimento per tutti gli appassionati di cinema e non solo, ospitando proiezioni, mostre, eventi, convegni, dibattiti. I 1300 mq del viale che conduce alla Cavea saranno trasformati in uno dei più grandi red carpet al mondo.

Il pubblico avrà a disposizione sette sale (Santa Cecilia, Sinopoli, Petrassi, Teatro Studio, Studio 3, Auditorium MAXXI, cinema Multisala Barberini). Accanto all’Auditorium sorgerà il Villaggio del Cinema, costituito da padiglioni e stand in acciaio, vetro e legno, appositamente realizzati per la manifestazione e i suoi visitatori. La programmazione del Festival coinvolgerà anche l’area di Via Veneto: la strada simbolo del cinema italiano ospiterà, presso l’Hotel Bernini Bristol e il cinema Multisala Barberini, il Mercato Internazionale del Film. I convegni si terranno presso la Casa del Cinema a Villa Borghese e al MAXXI. Incontri di settore e istituzionali si svolgeranno presso AuditoriumArte.

La Selezione Ufficiale del Festival è formata da un Concorso internazionale, un Fuori Concorso che ospita le proiezioni di gala del 2013, la linea di concorso CinemaXXI, dedicata alle nuove correnti del cinema mondiale, e il concorso di Prospettive Doc Italia, che fa il punto sulle nuove linee di tendenza del cinema documentario italiano. Sezione autonoma e parallela, Alice nella città organizzerà, secondo un proprio regolamento, una rassegna di film per ragazzi.

Il Mercato Internazionale del Film di Roma – articolato in The Business Street e New Cinema Network – si terrà dal 13 al 17 novembre 2013, date che corrispondono a una posizione strategica nel calendario di appuntamenti dell’industria cinematografica italiana e internazionale e rendono Roma una piattaforma ideale per il lancio commerciale di film nuovi, in Italia come all’estero. Durante i giorni di Mercato verranno messe a disposizione di produttori e venditori strutture per proiezioni e video library, si organizzeranno incontri, workshop, eventi.

L’ottava edizione del Festival Internazionale del Film di Roma è prodotta dalla Fondazione Cinema per Roma. Paolo Ferrari è il Presidente della Fondazione, Lamberto Mancini il Direttore Generale. Marco Müller è il Direttore Artistico del Festival Internazionale del Film di Roma. Sabrina Ferilli è la madrina di questa edizione.

La manifestazione è promossa da Fondazione Musica per Roma, Roma Capitale, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma, Regione Lazio e Provincia di Roma. Il Main Partner è BNL – Gruppo BNP Paribas. I Partner Istituzionali sono ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con il supporto del Programma Media e in collaborazione con Alice nella città, ANICA, Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo. Lo Sponsor Ufficiale è Il Gioco del Lotto. Cinemeccanica è il Partner Tecnico per le attrezzature di proiezione (pellicola e digitale) e Atac è Eco Mobility Partner. I media partner sono Rai Movie, Rai News, Rai Radio 2, Getty Images, Erma Production, My Movies.

Prosegue nel 2013 l’impegno del Festival per il sociale, con Telethon, e per l’ambiente, con il progetto di compensazione delle emissioni di CO2 in collaborazione con Impatto Zero® di LifeGate, grazie al sostegno di Ricola. Inoltre, anche nell’ottava edizione del Festival verranno assicurati i servizi di audiodescrizione e sottotitolazione digitale per le persone con disabilità visive o uditive che potranno così fruire, oltre che partecipare, alle proiezioni di alcuni film del Festival.

Nel presentare la nuova edizione del Festival, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha sottolineato che “sono poche le città del mondo che possiedono un intreccio di storie, memorie e saperi legati al cinema come Roma. Questa grande tradizione si riflette in una presenza di cinema nella vita della città che – nonostante tanti cambiamenti – è rimasta tutt’oggi fortissima: Roma è la città italiana con più spettatori cinematografici, quella con più schermi, con più circuiti d’essai. Non solo: qui lavora la percentuale più alta di professionisti dell’audiovisivo e hanno sede centri per il cinema di livello europeo. È in virtù di questo enorme patrimonio che, nel 2006, il Comune di Roma, la Camera di Commercio, la Regione Lazio, la Provincia di Roma e la Fondazione Musica per Roma hanno lanciato una grande sfida: creare nella Capitale un evento che fosse diverso e innovativo, rispetto al panorama dei festival cinematografici che già esistevano nel nostro Paese”.

“La Camera di Commercio di Roma – ha commentato il suo presidente, Giancarlo Cremonesi – assicura il suo sostegno al Festival Internazionale del Film di Roma fin dalla sua prima edizione, investendo rilevanti risorse economiche e know-how. Attraverso il suo sostegno alla manifestazione, la Camera di Commercio persegue un duplice obiettivo. In primo luogo, quello di valorizzare l’industria cinematografica quale asset strategico di sviluppo, con effetti positivi per l’indotto locale. L’altro obiettivo è quello di promuovere il territorio capitolino, massimizzando la vitalità e l’offerta culturale della città. Un impegno che vede la Camera di Commercio promotrice, insieme con le altre istituzioni locali, di numerosi interventi culturali finalizzati a rafforzare la capacità attrattiva del nostro territorio nei confronti di turisti, creativi e investitori esteri”.

“Il Festival Internazionale del Film di Roma – ha tenuto a sottolineare l’amministratore delegato della Fondazione musica per Roma, Carlo Fuortes – è da sempre, per scelta ben precisa, popolare e per tutti. Non una semplice vetrina e ribalta di nuovi film, ma l’idea che sia possibile fare incontrare il grande pubblico con i protagonisti del cinema, senza per questo nulla perdere in quanto a spessore e profondità d’espressione artistica”.

Potrebbero interessarti anche