Prostitute minorenni a Roma

prostituteRagazze di 15 anni venivano adescate sui social network e fatte prostituire ai Parioli.

Minorenni prostitute a Roma, in zona Parioli. Studentesse che venivano adescate sui social network per diventare donne a pagamento a soli 15 anni: sono finite in manette cinque persone, arrestate per sfruttamento della prostituzione. Il modus operandi era semplice quanto spietato: quasi tutti i pomeriggi, dopo la scuola, le ragazze si recavano in una casa di appuntamenti nel quartiere romano Parioli per svolgere l’attività in questione.

Il tutto è partito dalla denuncia di una delle madri delle ragazze, preoccupata per il comportamento molto aggressivo della figlia e dal fatto che avesse molti soldi in tasca; mentre un’altra è finita in manette in quanto era a conoscenza dell’attività della ragazza e non aveva fatto nulla per fermarla, in quanto parte dei guadagni finivano nelle sue tasche. L’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Roma, Maddalena Cipriani, su richiesta dei pm Maria Monteleone e Cristiana Macchiusi, ha visto finire in manette cinque persone, tutte di nazionalità italiane.

Tre uomini adescavano le ragazze sui social network e le facevano prostituire. Alle ragazze rimaneva una percentuale dalla loro attività, che si svolgeva in un appartamento a viale Parioli gestito da un’altra delle cinque persone finite in manette. Queste, oltre all’accusa di sfruttamento della prostituzione, sono incriminati anche per produzione di materiale pedopornografico, dal momento che l’attività sessuale delle ragazze veniva filmata con foto e video.

Potrebbero interessarti anche