Air France, stop ad Alitalia

ALITALIA_sliderLa compagnia francese non sottoscriverebbe l’aumento di capitale. I tagli “drastici” di Del Torchio nel cda di domani.

Queste ore sono decisive per il futuro di Alitalia. Domani è in programma la riunione del consiglio di amministrazione della compagnia di bandiera: il punto principale all’ordine del giorno sarà quello dei “tagli” che verranno esposti dall’amministratore delegato Gabriele Del Torchio, mirato ad ottenere consistenti risparmi nei prossimi mesi.

Secondo indiscrezioni, il piano esposto dall’ad sarebbe basato sulla messa a terra di 22 aerei di corto e medio raggio (su una flotta complessiva di 141 aeromobili), frutto di un taglio delle rotte in Europa e di uno stop alla crescita dei collegamenti intercontinentali. Come conseguenza, verrebbero operati tagli per poco più di 1000 dipendenti a tempo indeterminato, e non verrebbero rinnovati i contratti a tempo determinato di altri 2000 lavoratori.

Ma c’è un altro appuntamento di fondamentale importanza nel futuro prossimo di Alitalia: il 14 novembre scadono i 30 giorni indicati per la sottoscrizione dell’aumento di capitale da 300 milioni di Euro da parte degli azionisti. Da questo punto di vista, l’argomento di discussione principale è la posizione di Air France, che potrebbe decidere di versare la quota di sua competenza, pari a 75 milioni di euro dato il suo 25%, o di rinunciarvi diluendo di conseguenza le sue azioni fino al 6%.

Ma nel pomeriggio di ieri il quotidiano francese “Le Figaro” ha fornito un’anticipazione secondo la quale la linea aerea transalpina avrebbe deciso di non sottoscrivere la ricapitalizzazione. Un portavoce di Air France ha affermato che la compagnia non ha intenzione di commentare queste indiscrezioni.

Potrebbero interessarti anche