Targhe alterne e vigili urbani in assemblea

vigli_urbaniA Roma rischio caos per traffico e assenza di controllo. Ieri vietate le dispari, oggi stop alle pari.

 

ROMA – Domani a Roma è rischio caos. I vigili urbani annunciano due giorni di assemblee proprio in concomitanza delle giornate di ‘targhe alterne’. E per il traffico della Capitale all’orizzonte si intravedono caos e assenza di controlli.

“Targhe alterne sì ma senza vigili nelle strade a controllare – annuncia Francesco Croce della Uil – Dalle 7 alle 9 ci saranno le assemblee nei gruppi, convocate da Cgil, Cisl e Uil a cui parteciperanno quasi tutti gli agenti. L’amministrazione – conclude Croce – ha scelto una strada ben precisa: far finta che i problemi non esistono. Se si continuerà ad ignorare i segnali lanciati dovremo intensificare le iniziative di protesta a partire già da prima di Natale”.

Si circola dunque a targhe alterne domani e dopodomani a Roma, a causa dell’inquinamento. Si tratta della prima limitazione al traffico imposta dall’insediamento della giunta Marino al fine di riportare ai livelli tollerati le polveri sottili inalabili (Pm10) e il biossido di azoto (No2).

Domani, martedì 10 dicembre, potranno dunque circolare le sole vetture la cui targa finisce con numero pari, mentre mercoledì 11 via libera alle sole targhe che finiscono con un numero dispari, zero compreso. In entrambi i giorni le limitazioni al traffico vigono nella fascia verde, dalle 7.30 alle 12.30 e poi dalle 16.30 alle 20.30.

Per oggi e domani, inoltre, resta in vigore, nelle medesime fasce orarie e di territorio, il blocco alla circolazione per i veicoli più inquinanti: quelli a 4 ruote a benzina ‘euro 0’ ed ‘euro 1’ e diesel ‘euro 0, 1 e 2’; i motoveicoli e i ciclomotori a 2, 3 e 4 ruote a 2 e 4 tempi ‘euro 0 e 1’; le mini-car diesel ‘euro 0 e 1’. Per chi viola le regole multe previste di 155 euro.

Potrebbero interessarti anche