Spread sotto quota 200, borse euforiche

Indici_borsa_sliderTitoli bancari “in tiro” a Milano. Azioni Fiat in calo dopo l’allarme di Moody’s

 

ROMA – Dopo la brillante performance di ieri, quando a Milano l’indice dei titoli Ftse Mib ha guadagnato l’1,22%, la Borsa italiana tira il fiato, pur restando l’unica positiva nel panorama europeo (+ 0,02 alle 12,30). A tirare la volata sono anche oggi i titoli bancari, euforici per il calo dello spread sotto quota 200. Intesa Sanpaolo guadagna l’1,59%, seguita a ruota da Unicredit che mette a segno un +1,55%. Mps guadagna addirittura oltre il 3% in attesa di chiarimenti sulle possibili dimissioni dei vertici, con l’ad Fabrizio Viola in odore di tornare alla Popolare di Milano (+1,29%).

Resta invece in bilico il titolo Fiat che mantiene un andamento negativo (-1,05%) dopo la decisione di Moody’s di mettere sotto osservazione il rating Ba3 di Fiat per un possibile downgrade a causa dei timori sulla liquidità seguiti all’acquisizione del 100% di Chrysler.

Il differenziale tra BTp e Bund tedeschi è a 198 centesimi sugli stessi livelli della chiusura di ieri e il rendimento è al 3,88 per cento. Ma sono tutti i titoli di Stato dei paesi deboli dell’area euro, Spagna, Portogallo, Irlanda e persino la Grecia, oltre all’Italia, ad attrarre in questo momento l’interesse degli investitori, finalmente tranquillizzati dall’andamento degli indici di stabilità.

L’Euro si mantiene stabile a livelli elevati, intorno a  1.3610 sul dollaro.

Potrebbero interessarti anche