Le città finaliste per la European Green Capital

European-Green-CapitalIn finale: Essen, Oslo, Lubiana, Umea e Nijmegen. Non ce l’ha fatta Reggio Emilia

 

 

ROMA – Sono state annunciate ieri le cinque finaliste per il premio European Green Capital 2016. La Commissione europea ha reso note le città selezionate per l’ultima fase del green contest per stabilire la città europea più verde, innovativa e sostenibile. Essen (Germania), Oslo (Norvegia), Lubiana (Slovenia), Umea (Svezia) e Nijmegen (Olanda) sono la cinquina che si contenderà, il prossimo 24 giugno, il titolo di European Green Capital 2016.

Janez Potočnik, Commissario europeo responsabile per l’Ambiente, secondo quanto riporta key4biz.it, ha dichiarato al riguardo: “A contendersi il titolo di Capitale verde europea 2016 è un gruppo molto eterogeneo, che vede fianco a fianco città grandi e piccole. È incoraggiante vedere la qualità di queste candidature, tutte accomunate dalla coalizione di forze tra autorità locali e cittadini per migliorare l’ambiente urbano e promuovere lo sviluppo sostenibile”.

La rosa delle dodici città candidate comprendeva, tra le altre, anche Reggio Emilia per l’Italia, Saragozza per il Portogallo, Tours per la Francia, Santander per la Spagna. Le finaliste dovranno ora presentare, il prossimo 23 giugno a Copenhagen, un modello pilota di sviluppo, con idee concrete, obiettivi e strumenti chiari, per la realizzazione di una smart city verde, eco-sostenibile, innovativa e caratterizzata da un’elevata qualità della vita.
I principali indicatori, sulla base dei quali sarà eletta la green city dell’anno, sono: livello di resilienza, qualità dei trasporti pubblici locali, purezza dell’ambiente, qualità dell’aria, livello inquinamento acustico e da altre fonti, trattamento e gestione rifiuti, green economy/green jobs, efficienza energetica.

Dal lancio di questa iniziativa, nel 2010, sei città si sono guadagnate il titolo di Capitale verde europea: Stoccolma è stata la prima, seguita da Amburgo nel 2011, Vitoria-Gasteiz nel 2012 e Nantes nel 2013. L’attuale detentrice è Copenaghen, che passerà il testimone a Bristol nel 2015.

Potrebbero interessarti anche