Nessun industriale nella task force della Guidi

Federica_GuidiPer studiare un ‘industrial compact’ solo professori universitari e dirigenti ministeriali

 

ROMA – Si è svolta presso il ministero dello Sviluppo Economico la prima riunione della task force voluta dal ministro Federica Guidi al fine di elaborare un piano di politica industriale per il nostro Paese (secondo il costume corrente, nel comunicato si parla  “industrial compact”).

Alla riunione, aperta dal vice ministro allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti e coordinata dal capo segreteria tecnica del Ministro, Stefano Firpo, erano presenti Roberto Crapelli (amministratore delegato di Roland Berger Italia), Fabrizio Pagani (capo segreteria tecnica del ministro dell’Economia e delle Finanze), Carlo Altomonte (docente Economia Integrazione all’Università Bocconi), Giorgio Barba Navaretti (professore ordinario di Economia Politica all’Università degli Studi di Milano), Gregorio De Felice (responsabile delle ricerca economica di  IntesaSanpaolo), Tommaso Nannicini (professore associato di Economia Politica all’Università Bocconi), Maurizio Tamagnini (amministratore delegato Fondo Strategico Italiano).

La lettura del comunicato ha fatto saltare sulla sedia più di un osservatore: ma come è possibile che si parla di politica industriale e non c’è nella task force neppure un rappresentante della Confindustria, o della Confapi, o di qualche federazione industriale del sindacato dei lavoratori, insomma qualcuno che sa che cos’è uno stabilimento industriale o una catena di montaggio? Va bene che i professori universitari sanno tutto di tutto (come purtroppo la storia economica di questi anni ci ha insegnato), ma almeno un rappresentante dell’Ice per parlare di globalizzazione dei mercati o di qualche impresa che ha saputo internazionalizzarsi, in fondo ci poteva stare.

Pensando che in viale dell’Astronomia stessero preparando vibrate iniziative di protesta, abbiamo provato a sentire qualche rappresentante della Giunta o dell’ufficio stampa. Tentativo caduto nel vuoto assoluto, i vertici sono ancora in vacanza e se vogliamo sapere il giudizio degli industriali italiani sull’iniziativa della loro ex vicepresidente e oggi ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, dobbiamo risentirci la prossima settimana!

Potrebbero interessarti anche