Al via la Settimana della Scienza

ricerca

Tutti gli eventi in programma. Giochi Scientifici, Laboratori, Mostre, Seminari, Spettacoli, Visite ai Centri di Ricerca

 

 

 

ROMA – Da oggi, lunedì 22 settembre, prende il via la Settimana della Scienza il grande evento che da ormai nove anni porta la scienza ed i ricercatori tra i cittadini, i giovani, gli studenti. Un’iniziativa che ha riscosso un successo crescente, coinvolgendo decine di migliaia di persone sui grandi temi della ricerca e del futuro. La settimana della Scienza culminerà il 26 settembre con la Notte Europea dei Ricercatori.

Giochi Scientifici, Laboratori, Mostre, Seminari, Spettacoli, Visite Centri di Ricerca, questo e molto altro ancora è la Settimana della Scienza. Quest’anno con 150 eventi in programma pensati per un pubblico di tutte le età, il Lazio è la Regione con il maggior numero di eventi. Bambini, giovani, famiglie, scuole e professionisti specializzati, saranno coinvolti in numerose attività volte a promuovere la ricerca scientifica.

Per tutta la settimana sono previsti aperitivi scientifici, momenti di incontro per riflettere sull’eccellenza scientifica e tecnologica italiana e sui grandi interrogativi che riguardano l’uomo. Un  momento importante per la manifestazione sarà la tavola rotonda del 26 settembre dal titolo Le donne e la scienza, dove interverranno tra gli altri il Sindaco di Frascati, Alessandro Spalletta e l’Assessore alla Cultura, Francesca Neroni. Qual è il ruolo delle donne nel mondo della ricerca e nel panorama europeo? Quali differenze esistono nell’approccio alla ricerca visto al maschile o al femminile? L’evento è realizzato in collaborazione con ASDO, Assemblea delle Donne per lo Sviluppo e la Lotta all’Esclusione Sociale. Per il tema Donna e Scienza, previsti, inoltre, interventi di giovani donne precarie e ricercatrici illustri.

La Settimana della Scienza quest’anno è dedicata alla ‘Sostenibilità’, il ricercatore è chiamato a costruire gli strumenti che potranno rendere sostenibile il futuro. Tra le varie iniziative: Energie Sostenibili, l’aperitivo  dove si parlerà di risparmio dell’energia, ottimizzazione dei costi e rispetto dell’ambiente; Per non fare la fine dei dinosauri, un cambio di rotta è necessario se non si vuole fare la fine dei dinosauri, un appuntamento interessante che cercherà di svelare cosa è davvero successo ai nostri antenati.

Un appuntamento da non perdere, inoltre sarà Space Kitchen: Paolo Nespoli, l’Astronauta dell’ESA rimasto nello spazio per 174 giorni e Alessandro Circiello (chef) condurranno gli spettatori in un viaggio all’interno della cultura del cibo e dei prodotti salutari. Nespoli parlerà del suo soggiorno a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dove gli astronauti vivono e lavorano in un ambiente molto diverso da quello sulla Terra.

Per i 50 anni dell’ESA numerose saranno le attività per festeggiare l’anniversario di un’istituzione che rappresenta la cooperazione europea nello spazio; Inoltre, saranno previste iniziative per valorizzare il Polo di Frascati, una realtà territoriale poco conosciuta dove esistono le principali istituzioni scientifiche italiane (Università di Tor Vergata, Enti di Ricerca Pubblici) e si concentrano grandi progetti di ricerca europei (ESA, Euratom). Infine, la Settimana della Scienza affronterà il tema delle paure collettive e infondate con Davide Giacalone e il suo libro ‘Senza Paura’ il 26 settembre presso Villa Sora, Frascati.

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea, coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA Frascati e Casaccia, EGO VIRGO, ESA-ESRIN, INAF Osservatorio Astronomico di Roma, INAF-Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali e INAF Bologna, INFN Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Ferrara, Frascati, Milano, Pavia, Pisa, Roma e Trieste, con Sapienza Università di Roma e il Dipartimento di Management, Università Tor Vergata e Università Roma Tre, Explora il Museo dei Bambini di Roma, museo della comunicazione di Roma. L’evento vede la partecipazione, in qualità di Partner di Frascati Scienza, di INGV, Telethon, IRCCS San Raffaele Pisana, G.Eco, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Accatagliato, Associazione Arte e Scienza e Istituto Salesiano Villa Sora.
Sono partners: Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini, Native, Consorzio tutela denominazione vini Frascati, STS Multiservizi.

Fra le attività promosse dagli Enti Partner si segnalano: I Laboratori Nazionali di Frascati dell’INFN, organizzeranno visite guidate per il vasto pubblico che, accompagnato dai ricercatori, potrà accedere alle attività scientifiche presenti e vedere gli esperimenti più grandi attualmente in funzione. I Laboratori Nazionali di Frascati (LNF) sono i più grandi tra i quattro Laboratori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), l’Ente che promuove e finanzia la ricerca, teorica e sperimentale, nel campo della fisica delle particelle elementari, nucleare, astroparticellare e le ricerche tecnologiche a esse connesse.

ENEA: quest’anno per la prima volta alle tradizionali iniziative del Centro di Frascati si affianca l’apertura del Centro Ricerche Casaccia, vicino al lago di Bracciano, a nord di Roma: ciò consentirà a un più vasto pubblico di conoscere le eccellenze dei ricercatori ENEA in settori quali le tecnologie energetiche per la riduzione delle emissioni e della dipendenza dalle fonti fossili, le biotecnologie,  le tecnologie per il sistema agroindustriale e l’informatica. “Per l’ENEA è motivo di grande soddisfazione partecipare ancora una volta a un evento scientifico di alto livello che da diversi anni contribuisce ad avvicinare i cittadini e i giovani al mondo della ricerca”,  dichiara il Commissario ENEA, Giovanni Lelli.

I ricercatori dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Roma organizzeranno eventi per bambini per andare alla scoperta di pianeti lontani e forse anche abitabili, che ruotano attorno alle stelle, oltre a spettacoli di musiche e stelle per tutta la famiglia.

 

IL PROGRAMMA COMPLETO:  PROGRAMMA_COMPLETO_ROMA.pdf

Potrebbero interessarti anche