Nuova organizzazione dei commissariati di Polizia

Commissariato_poliziaEstesa sulle 24 ore l’attività degli Uffici denunce. Il coordinamento con le stazioni dei Carabinieri

 

ROMA – Nella Questura di Roma sarà attuato nei prossimi giorni un nuovo modulo organizzativo per offrire ai cittadini un servizio più efficiente attraverso la razionalizzazione dell’impiego delle risorse evitando il rischio di sovrapposizioni e dispendio di personale.

La riorganizzazione riguarderà, in particolare, l’apertura nelle ore serali e notturne degli uffici denunce ed è stata effettuata d’intesa con il Comando provinciale dei Carabinieri allo scopo di ottenere una razionale disponibilità di Commissariati e Stazioni. Infatti al termine di un attività di monitoraggio che ha consentito di verificare i carichi di lavoro dei Commissariati, è risultato che in dette fasce orarie, per alcuni di essi, l’attività lavorativa è estremamente ridotta e, spesso, peraltro priva di requisiti di gravità ed urgenza.

I Commissariati di P.S. dove sarà possibile presentare denunce nell’arco delle 24 ore sono: Lido di Ostia, Trevi Campo Marzio, Viminale, S. Lorenzo, S. Paolo, Ponte Milvio, Esposizione, Primavalle, S. Basilio e Casilino. Non verrà quindi intaccata l’operatività dei Commissariati, che continueranno ad essere costantemente presidiati nelle 24 h da personale che sarà affiancato dalle autoradio e dalle volanti di zona ed al quale i cittadini potranno comunque rivolgersi in caso di emergenze.

Tale scelta mira, dunque, a soddisfare esigenze effettive e concrete di sicurezza per rispondere alle quali si è provveduto nel contempo a:
–  aumentare la presenza di equipaggi destinati al pronto intervento e al controllo del territorio. Nei primi nove mesi del 2014 infatti le pattuglie impiegate sono state 76377 mentre nello stesso periodo dell’anno precedente erano 64400, con un incremento dunque di 11977 unità;
–  istituire un turno della Squadra Mobile, presente nelle 24 ore, destinato ad incrementare l’attività di contrasto alla criminalità diffusa e che si affianca al medesimo turno della Digos, già presente sul territorio per le incombenze di specifica competenza;
–  aumentare la presenza del Reparto Prevenzione Crimine i cui equipaggi, anch’essi impegnati in turni continuativi, garantiscono specifici e straordinari servizi di controllo del territorio nei quartieri cittadini che presentano le maggiori criticità;
–  attivare, presso la sede centrale della Questura, una nuova postazione per il foto segnalamento delle persone arrestate o denunciate che si affianca a quella già operante presso gli uffici di via Patini riducendo notevolmente i tempi per il disbrigo delle operazioni e consentendo così agli agenti di riprendere l’attività di controllo del territorio;
–  prevedere, nell’ottica di prestare sempre una maggior attenzione alle esigenze dei cittadini, l’impiego di computer portatili a bordo di alcuni equipaggi delle volanti che garantiranno la possibilità di acquisire una denuncia a domicilio per quelle situazioni nelle quali il denunciante abbia una oggettiva impossibilità a recarsi presso gli Uffici di Polizia.

Infine, sempre perseguendo l’obiettivo di un’ottimizzazione dell’impiego delle risorse disponibili, d’intesa con il Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri e con la direzione della Prefettura, è in fase di realizzazione il cd piano coordinato per il controllo del territorio, che prevede la suddivisione delle zone di pronto intervento tra la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri con conseguente aumento delle pattuglie.

Potrebbero interessarti anche