Vincenzo Busa nuovo presidente di Equitalia

equitalia-slider63 anni, calabrese, tutta la carriera svolta all’interna dell’amministrazione finanziaria

 

ROMA – Vincenzo Busa è il nuovo Presidente di Equitalia. La nomina è stata formalizzata oggi dall’assemblea dei soci del Gruppo pubblico della riscossione, a seguito dell’ingresso di Busa nel Cda, avvenuto il 24 settembre scorso su indicazione dell’Agenzia delle Entrate (socio di maggioranza di Equitalia con il 51% del capitale).

Le sue prime dichiarazioni, improntate a fiducia, assistenza ed ascolto, sono segnate dalle migliori intenzioni nei confronti dei contribuenti, come è sempre avvenuto in passato all’atto dell’insediamento dei suoi predecessori. «Prima ancora di riscuotere – ha detto il neo Presidente – è necessario assistere il contribuente, stare al suo fianco nel momento in cui si rivolge ai nostri uffici e guadagnare così la sua fiducia. Il servizio che il nostro personale svolge quotidianamente dovrà continuare ad essere efficiente ma allo stesso tempo umano: ogni accorgimento, lecito e possibile, dovrà essere usato per potenziare spirito di ascolto e capacità di relazione. Faremo questo continuando a tutelare gli interessi pubblici ma abbandonando logiche e metodi tipici del vecchio sistema delle esattorie. Equitalia deve essere percepita e riconosciuta come un’organizzazione che esercita l’attività di riscossione al servizio della Pubblica amministrazione e dei cittadini. Opereremo – ha aggiunto Busa – in stretto contatto con le Agenzie fiscali, l’Inps, gli enti locali e gli altri enti pubblici creditori: insieme siamo responsabili del corretto funzionamento del sistema fiscale e contributivo».

Nato nel 1951 a San Cosmo Albanese (Cs), laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Parma, Busa comincia il suo percorso professionale nel 1977, ricoprendo numerosi incarichi nell’Amministrazione finanziaria, prima al ministero delle Finanze e poi all’Agenzia delle Entrate, dove approda alla direzione centrale normativa e contenzioso, un incarico che riveste sino al 2009, anno in cui è nominato direttore centrale Affari legali e contenzioso.

Nel corso della sua lunga carriera, Busa ha fatto parte di numerosi comitati, commissioni ministeriali e istituzioni pubbliche, tra i quali il Consiglio nazionale delle Finanze, il Comitato consultivo per l’applicazione delle norme antielusive, la Commissione di studio per la riforma del sistema della giustizia tributaria e il Comitato scientifico dell’Agenzia per le Onlus. È inoltre docente a contratto di diritto tributario nell’ Università di Perugia.

Potrebbero interessarti anche